Caratterizzazione di rivelatori ultravioletti di fiamma

    Progetto: Research project

    Dettagli progetto

    Description

    Nitrurio di gallio (GaN), di indio (InN) e di alluminio (AIN) sono i nomi di semiconduttori divenuti ormai "celebri" da alcuni anni tra gli addetti ai lavori, grazie alla scoperta e allo sviluppo di sorgenti luminose blu e ultraviolette a stato solido. Il progetto vuole caratterizzare rilevatori selettivi nell'UV, sensibili e afidabili, adatti alla rilevazione di incendi e al controllo di fiamme, costruiti con questi materiali e sensibili unicamente a lunghezze d'onda inferiori ad un certo limite, individuato a circa 280-300 nm. In tal caso, lo scopo è rivelare lo spettro di emissione della fiamma situato tra 250 e 280 nm, la cui forma è essenzialmente dovuta a ioni eccitati OH* rilasciati dal proceso d combustione. Il vantaggio rispetto ai sensori tradizionali è l'alta sensibilità (anche nel caso di oggetti caldi in movimento) e la selettività spettrale, tale da permettere a tali rivelatori di essere completamente insensibili alla luc solare. Quest'ultima peculiarità permetterebbe il controllo di fiamme ed incendi anche in spazi aperti ed all'esterno. A causa della limitata intensità emessa da una fiamma nella regione spettrale compresa tra 250 e 280 nm (circa 1nW/cm2) e all'eventuale parziale assorbimento dell'ultravioletto in presenza di fumo, il flusso di radiazione UV da rivelare deve essere il più basso possibile

    Layman's description

    Caratterizzazione di rilevatori ultravioletti di fiamma
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/05 → …