Cambiamento strutturale ed economia illegale

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

L'unità di ricerca di Palermo studierà gli aspetti relativi al cambiamento strutturale in un'economia in cui il crimine organizzato è pervasivo. I due punti costituenti la nostra analisi saranno: lo studio delle caratteristiche che un'economia assume endogenamente quando una organizzazione criminale come la Mafia siciliana interferisce nell'attività economica, in particolare attraverso l'estorsione; la struttura di equilibrio che una economia può supportare quando gli agenti economici possono scegliere di operare in un settore formale o in un settore informale, che può essere influenzato dalla presenza di una organizzazione criminale. In entrambi i casi studieremo l'interazione tra la sfera economica e quella politica.L'analisi verrà condotta sia dal punto di vista teorico che empirico. L'unità di ricerca svilupperà modelli teorici basati principalmente sulla teoria dei giochi. Le implicazioni empiriche di tali modelli verranno testate mediante analisi econometriche.

Layman's description

Gli obiettivi della Unità di Ricerca sono stati fissati nel Modulo A. Sono i seguenti.A9. Miriamo ad indagare il rapporto tra l'evoluzione strutturale di un’economia e la presenza di criminalità organizzata, con particolare attenzione all’estorsione. Inizieremo dalle intuizioni da Schelling (1967, 1971) sui settori e sul tipo di imprese "preferite" da un'organizzazione criminale nella struttura di un gioco. Questa analisi consentirà di individuare le condizioni per l'esistenza di un equilibrio, in cui l'economia ha caratteristiche che sono strutturalmente compatibili con l'esistenza di una organizzazione criminale come la Mafia siciliana. Le caratteristiche strutturali dell'economia cui verrà data particolare attenzione saranno: la distribuzione settoriale delle imprese, le loro dimensioni e la loro tecnologia, la dimensione del settore pubblico.A10. Il nostro obiettivo è indagare l'interazione tra un settore ufficiale e uno informale (quest'ultimo possibilmente monitorato da un'organizzazione criminale) in mercati con informazione asimmetrica. In particolare, siamo interessati ai meccanismi di equilibrio che determinano la scelta dei diversi agenti ad entrare nel primo settore o nel secondo. Inoltre, analizzeremo le conseguenze di tale settore informale per l'equilibrio istituzionale. La nostra idea principale è che la presenza di un settore informale in cui le organizzazioni criminali applicano regole dittatoriali attraverso una gerarchia rigida (che non lascia spazio alla partecipazione individuale), influenza le convinzioni circa l'efficacia dell'azione collettiva nello spazio ufficiale democratico. Il nostro obiettivo è costruire un modello teorico che spiega attraverso l'insieme di credenze la mancanza di partecipazione che caratterizza tipicamente il Sud Italia.B6. L'analisi empirica di Asmundo e Lisciandra (2008) individua alcune caratteristiche delle imprese siciliane vittime del racket. In particolare, identifica il settore a cui appartengono queste imprese. Il nostro obiettivo è in primo luogo a raccogliere dati su tali imprese (ad esempio, condizioni finanziarie, numero di addetti, capitale sociale, ecc), al fine di fornire una descrizione più dettagliata delle loro caratteristiche, ed espandere il database utilizzato da Asmundo e Lisciandra (2008 ). Successivamente, confronteremo questo campione di imprese con altri campioni: (i) un campione di imprese siciliane che si rifiutano di pagare il racket (vedi sotto), (ii) un campione di imprese che operano in ambienti in assenza di mafia (ad esempio in altre regioni italiane), al fine di fornire un'analisi causale rigorosa degli effetti della presenza della mafia sulle caratteristiche delle imprese e sulla loro distribuzione settoriale. Inoltre, forniremo un'analisi costi-benefici per le imprese che resistono al racket, in particolare mediante il collegamento a un organizzazione anti-racket (è già in atto una collaborazione con il comitato "Addiopizzo" di Palermo).I risultati attesi connessi con questi obiettivi sono stati indicati nel Modello A. Essi sono i seguenti:1. Per quanto riguarda l’obiettivo A9, prevediamo di sviluppare tre modelli basati suula teoria dei giochi. Il primo modello sarà un semplice gioco sequenziale con due giocatori: un impresa F e un’organizzazione criminale M. Si definiranno le condizioni per un equilibrio di Nash perfetto nei sottogiochi nelle varie ipotesi sulle modalità di pagamento della “tassa” (ossia il “pizzo”): fissa, proporzionale allo stock di capitale di F, strutturata come una tariffa in due parti (Alexander 1997). Ci aspettiamo di indiv

Key findings

Scienze socioeconomiche e umane
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/09 → …