Aspetti tecnologici correlati all'utilizzazione del suolo per la costruzione di mattoni nel periodo romano

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

I mattoni romani sono di norma interpretati studiandone i bolli. Noi abbiamo già studiato geochimicamente la relazione tra le possibili fonti di materie prime e i mattoni romani in una zona ad elevata variabilità pedologica e archeologico nel triangolo delimitato dalle antiche città romane di Segusium, Industria e Hasta Pompeia. Nel caso di mattoni, l'origine delle materie prime e la tecnologia impiegata nella fabbricazione di mattoni erano raramente gli obiettivi della ricerca, anche se in contesti storici conosciuti. Il precedente progetto finanziato dai partner francesi ha dimostrato che tipo di suolo non ha influenzato la tecnologia di produzione di mattoni romani, che si differenzia geograficamente per ragioni culturali.
Il lavoro proposto sarà diviso in due parti. La prima dedicata alla metodologia finalizzazione per mostrare che la caratterizzazione dei mattoni può essere raggiunto solo un approccio trasversale implementando diverse tecniche fisico-chimiche. Se i risultati di questo studio mostreranno la possibilità di una discriminazione in un spazio-temporale convalidando limita anche i lavori futuri in aree più vaste. Così, il confronto verrà fatto con mattoni iberici e rumeni. Si propone di condurre una campagna pedologica e di reperimento di campioni archeologici databili I secolo AD, in collaborazione con le Sovrintendenze territorialmente interessate. La seconda parte prevede un monitoraggio delle frazioni argillose cotte mediante FTIR e XRD. Verranno inoltre effettuate descrizioni macroscopiche di sezioni lucide di mattoni.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.