Dettagli progetto

Description

La realizzazione di investimenti tecnologici per ottenere nuovi prodotti e processi agroalimentari di qualità, e l’adeguamento delle strutture aziendali dal punto di vista organizzativo e gestionale, ad oggi, risulta indispensabile per diversificare i prodotti sul mercato internazionale e pertanto abbracciare nuove segmenti di mercato.In tal senso si muove la proposta progettuale delle Cantine Europa s.c.a. e dei partners Caseificio Biopek e Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali, che si articola in tre obiettivi (Figura 1):-produzione di uno spumante biologico realizzato con un ridotto uso di coadiuvanti enologici, longevo e tracciabile;-produzione di un compost di elevata qualità per uso agronomico in regime biologico ottenuto utilizzando i prodotti di scarto dell’intera filiera vitivinicola;-produzione di formaggi arricchiti in sostanze nutraceutiche naturali (estratti fenolici da sottoprodotti vitivinicoli) e che siano autenticabili e tracciabili.Il raggiungimento degli obiettivi realizzativi (O.R.) sarà consentito da un approccio integrato delle conoscenze nei campi dell’agronomia, della viticoltura, della patologia vegetale, della microbiologia, della chimica enologica e dell’economia agroalimentare. In particolare si prevede di:-individuare i biotipi e le aree vitate con uve biologiche Grillo caratterizzate dalla migliore qualità fito-sanitaria e tecnologica, attraverso un processo di zonazione dei suoli, al fine di produrre vini biologici e spumanti tracciabili e di elevata longevità;-definire le migliori condizioni tecnologiche ed enologiche per la stabilizzazione di vini bianchi biologici, prodotti sia in assenza che con un ridotto uso di coadiuvanti enologici, determinando un’elevata qualità, maggiore longevità e maggiore valore salutistico del vino;-realizzare un sistema di compostaggio dei sottoprodotti dell’industria enologica che sia in grado di ridurre i costi di gestione e le problematiche ambientali relative allo smaltimento degli scarti viticoli ed enologici;-mettere a punto un protocollo di estrazione di fenoli da vinacce per l’impiego nel settore lattiero-caseario per l’ottenimento di prodotti ad elevato valore nutraceutico;-creare un sistema di tracciabilità territoriale ed autenticazione delle materie prime e dei prodotti finiti su base chimica e genotipica; -valutare e ottimizzare la sostenibilità sul piano economico dei processi proposti.

Layman's description

Lo scopo ultimo del progetto è o di determinare impatti notevoli sulla redditività delle imprese partecipanti, grazie ad un maggior orientamento delle produzioni alla qualità richiesta dal mercato. Le attività progettuali porteranno alla produzione di vini spumanti biologici da uve Grillo di elevata qualità, valorizzeranno i prodotti di scarto della filiera vitivinicola e metteranno a punto un sistema di protocolli innovativi di produzione di nuovi alimenti ad elevato valore nutraceutico, ovvero, formaggi arricchiti in composti polifenolici.La qualità dei vini, soprattutto vini spumanti, è legata alle caratteristiche di longevità del prodotto finito, da specifiche caratteristiche chimico-fisiche che ne influenzano la velocità di invecchiamento, ovvero il decadimento sia aromatico che gustativo. Un prodotto imbottigliato di elevata qualità sensoriale può garantire maggiore accettabilità del prodotto da parte del consumatore, quindi aumentare la capacità di vendita del prodotto finito da parte delle aziende. Dunque, risulta necessario la produzione di uve con elevata qualità e con caratteristiche tali da aumentarne la stabilità aromatica e chimico-fisica degli spumanti imbottigliati. In tal senso, sarà molto importante (i) ottimizzare la gestione in biologico del sistema viticolo attraverso tecniche di viticoltura di precisione al fine di rendere più agevole ed economicamente conveniente la conoscenza del sistema produttivo aziendale con elevato dettaglio spaziale e temporale ed offrirne una visione sinottica. Nella gestione biologica di sistemi viticoli per la produzione di vini, le problematiche gestionali e di governance diventano più specifiche, quindi valutarne gli effetti soprattutto sulla qualità delle produzioni assume un’importanza strategica e di notevole impatto economico ed ambientale. La qualità del vino è significativamente legata anche allo stato fitosanitario delle uve, quindi sarà necessario (ii) sviluppare sistemi innovativi di difesa fitopatologica della vite. In termini di gestione biologica del vigneto, esistono numerose limitazioni di natura tecnico-legislative nell’uso dei principi attivi. Pertanto, l’uso di nuove sostanze naturali alternative e/o microrganismi antagonisti per il controllo biologico di fitopatogeni costituiranno una valida alternativa allo zolfo e al rame. Le attuali esigenze di mercato sono chiaramente rivolte al consumo di vini biologici ottenuti anche con un ridotto e/o assente uso di coadiuvanti, in particolare in assenza di solfiti. Nonostante gli avanzamenti tecnologici del settore enologico, i vini ottenuti in assenza di solfiti risultano ancora poco stabili nel tempo, quindi soggetti ad un rapido deperimento sensoriale. Dunque, (iii) l’uso di prodotti naturali e innovativi in alternativa ai solfiti, in concomitanza con i lieviti autoctoni selezionati e i lisati meccanici microbici, costituiscono un altro importante obiettivo da perseguire per l’incremento della qualità tecnologica di vini spumanti biologici.La valorizzazione del comparto enologico passa anche attraverso un’intelligente riduzione dei costi di smaltimento dei prodotti di scarto legati alle produzioni del vino. In tale ottica, la (iv) produzione di estratti polifenolici (da vinacce distillate) ad elevato valore nutraceutico e quella di (v) compost biologici (da vinacce, reflui enologici e residui di potatura) sono validi strumenti di ricerca tesi all’incremento della profittabilità aziendale. Nonostante l’impiego ampio e diffuso di composti fenolici nutraceutici nel campo alimentare e la presenza di alcuni formaggi arricchiti

Key findings

Biotecnologie, prodotti alimentari e agricoltura
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva11/20/1711/19/20