"Analisi e definizione di strategie di gestione e controllo di sistemi di accumulo elettrico per applicazioni in reti di distribuzione attive automatizzate"

    Progetto: Research project

    Layman's description

    Il contributo del Dipartimento di ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni (DIEET) dell’Università di Palermo sarà articolato in due fasi successive denominate nel seguito A e B, ciascuna delle quali è parte delle attività di ricerca contenute negli obiettivi D ed E.A.Contributo all’obiettivo D “Indagini preliminari su tecnologie di controllo ed interfaccia con la rete”L’attività prevede lo svolgimento di un’analisi preliminare su metodologie e tecniche di controllo e di interfaccia dei sistemi di accumulo con la rete, in una visione fortemente integrata con le esigenze “di sistema”, ovvero in relazione a tutti i principali aspetti che dovranno caratterizzare il funzionamento delle reti di distribuzione e dei loro diversi componenti/sottosistemi, nell’ottica di transizione verso infrastrutture elettriche efficienti, flessibili, dinamiche ed interattive. Tra i vari aspetti, nel contesto generale della ricerca, si analizzerà in particolare il possibile ruolo dei sistemi di accumulo per:-partecipare alla regolazione della tensione e della frequenza della rete;-implementare logiche di demande-response, in relazione ad alcune potenziali utenze dotate anche di sistemi di accumulo;-partecipare ad una gestione ottimale, in termini tecnico-economici, di tutte le risorse di rete (fonti energetiche e unità di accumulo);-contribuire ad elevare i livelli di qualità del servizio elettrico, non solo in termini di continuità ma anche di qualità della tensione.Gli aspetti sopra indicati saranno oggetto di indagine in relazione anche alle possibili configurazioni ottimali della rete elettrica in presenza di sistemi di generazione distribuita e di accumulo elettrico. Dal punto di vista topologico le reti di distribuzione, attualmente a struttura radiale, evolveranno verso strutture di tipo magliato, consentendo, ad esempio, la creazione di più "celle" (local areas) all'interno di una stessa rete, ciascuna delle quali responsabile della propria gestione (risorse energetiche, protezioni, regolazione di tensione, etc.). Tali “celle”, costituendo di fatto aggregati di carichi, generatori e sistemi di accumulo connessi al sistema di distribuzione e/o ad altre “celle” mediante un unico punto di interfaccia, necessitano di adeguati sistemi di controllo e gestione che rendano pienamente efficiente il loro esercizio nel rispetto di precisi vincoli tecnici. Pertanto, ai fini dello studio che si intende condurre e nella consapevolezza che il processo evolutivo non può che avvenire per step successivi, si prenderanno in considerazione due tipologie fondamentali di rete elettrica: la prima caratterizzata da un assetto radiale, la seconda da un assetto magliato. Con riferimento alla necessità di rendere quanto più possibile efficiente la gestione, sia in termini energetici, che in termini economici, si individueranno tecniche di controllo e gestione in grado di variare l’assetto base delle reti che, ovviamente, non potranno che essere caratterizzate da una automazione spinta e dalla presenza di adeguati sistemi di comunicazione a supporto di tutte le funzioni SCADA (Supervisory Control and Data Acquisition).In tale quadro, il contributo del DIEET dell’Università di Palermo consisterà:-nel condurre un’analisi dello stato dell’arte su tutti gli aspetti della ricerca sopra indicati;-nell’analisi e nella definizione degli obiettivi e delle metodologie di controllo della rete, con particolare riguardo al ruolo potenziale dei sistemi di accumulo;-nel contribuire a definire le principali specifiche dei sistemi di controllo e d’interfaccia dei sistemi di a
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/11 → …