Analisi della qualità dell'acqua nelle reti idriche di distribuzione

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La ricerca ha per obiettivo l’analisi dei fenomeni di decadimento del cloro all’interno delle reti di distribuzione cittadine di acqua potabile e più in particolare, la calibrazione dei parametri che regolano tale decadimento.
Infatti il cloro residuo assume la duplice funzione sia di indicatore della qualità dell’acqua distribuita, sia di reagente idoneo a contenere eventuali fenomeni di inquinamento locale. Durante il percorso in condotta e attraverso i pezzi speciali il cloro è soggetto a reazioni sia nella vena liquida, sia in parete, che ne causano la riduzione. Tale fenomeno è accentuato dallo stato di invecchiamento delle condotte, che può favorire l’attecchimento di pellicole biologiche all’interno delle pareti, o persino comportare fenomeni di ritorno in rete. La riduzione della concentrazione del cloro viene quindi considerata come un indice del progressivo deterioramento delle caratteristiche igieniche dell’acqua.
La normativa in materia di gestione e controllo della qualità dell’acqua nelle reti di distribuzione idrica (D.Lgs. 31/2001 e norme successive) richiede agli Enti gestori il costante monitoraggio delle caratteristiche di qualità dell’acqua in rete fino ai punti di consegna, sulla base di misura di determinati parametri “di controllo”.
Una migliore gestione del servizio idrico, in termini di qualità dell’acqua distribuita, può derivare dall’uso di strumenti modellistici di simulazione del cloro in rete, che consentano l’interpretazione dei dati misurati e il loro uso previsionale ai fini di intervenire adeguatamente per contenere fenomeni di inquinamento.
La ricerca proposta prevede la messa a punto di un modello di simulazione delle caratteristiche di quantità (portate e altezze piezometriche) e qualità (concentrazioni di cloro) dei deflussi nella rete idrica. Il modello trae spunto dal codice EPANET, di riferimento per tale tipo di tematica. Per la calibrazione del modello saranno utilizzati i risultati di campagne di misura appositamente condotte in una sottorete della rete idrica a servizio della città di Palermo, ricavate sia mediante misure dirette, sia con acquisizioni a mezzo del sistema di telecontrollo, di cui la sottorete è dotata.
I risultati attesi dell’uso del modello sono principalmente mirati alla valutazione quantitativa dei fenomeni di decadimento e della loro variabilità spazio-temporale.
In particolare si vuole proporre, sulla scorta di risultati già conseguiti in precedenza, una relazione che leghi il coefficiente di parete con i principali fattori di influenza (velocità e diametro) caratterizzanti l’intero fenomeno indagato.
Inoltre, lo studio mira a proporre una metodologia di zonazione dei parametri e di simulazione della qualità delle acque, utilizzabile anche a scopo previsionale per la programmazione di interventi di gestione e controllo delle reti, generalizzabile anche a casi diversi da quello in esame nello studio stesso.

Layman's description

Analisi della qualità dell’acqua nelle reti idriche di distribuzione
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/06 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.