Laboratorio 3dArchLab

Apparecchiatura/Struttura: Facility

  • Sede

    Italy

Dettagli sulle apparecchiature

Description

Il Laboratorio, svolge attività di ricerca sull’uso di tecnologie digitali - per la documentazione, lo studio, la visualizzazione e la fruizione dei Beni Culturali - i cui modelli digitali si prestano a diverse applicazioni anche a supporto della fruizione turistica, quali: i contenuti tridimensionali per il web, la visione di ricostruzioni virtuali in situ, i musei virtuali e i bookshop.
Il Laboratorio è in grado di effettuare rilievi architettonici con strumenti e tecnologie ad alto livello di dettaglio, l’analisi dello stato di conservazione dei manufatti, la ricostruzione virtuale della configurazione originaria delle opere d’arte o di architettura e la modellazione tridimensionale per la simulazione di opere d’arte ed edifici esistenti, perduti o alterati. Inoltre, collabora attivamente con i ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica dell’Università di Palermo, per lo sviluppo di tecnologie per la visualizzazione e l’implementazione di guide vocali multimodali.
La struttura ha in dotazione diverse attrezzature hardware e software, nonché proprie strumentazioni tecniche come i dispositivi per la visualizzazione monoscopica e stereoscopica.

Il personale del Laboratorio di Computer Grafica ha competenze nei seguenti settori:
Rilievi architettonici con strumentazioni e tecnologie ad alto livello di dettaglio;
Analisi dello stato di conservazione dei manufatti;
Ricostruzione virtuale della configurazione originaria delle opere d’arte o di architettura;
Modellazione tridimensionale per la realizzazione di modelli virtuali per la simulazione di opere d’arte ed edifici esistenti, perduti o alterati.

A titolo esemplificativo si indicano alcune delle più recenti esperienze di ricerca condotte dal Laboratorio:
Rilievo e ricostruzione virtuale della Cappella Palatina di Palermo;
Rilievo ed anastilosi virtuale del Tempio G di Selinunte (Sicilia);
Rilievo e Ricostruzione della Cattedrale di Palermo prima delle trasformazioni settecentesche;
Rilievo e Ricostruzione dell’assetto originario del Palazzo Ajutamicristo di Palermo (XVI secolo) secondo il progetto di Matteo Carnelivari;
Rilievo e modello digitale del soffitto della Sala Magna (XIV secolo) nello Steri di Palermo;
Rilievo del busto di Eleonora d’Aragona di Francesco Laurana (XV secolo) nel Museo Abatellis di Palermo.

Strumenti per il rilievo:
n. 1 Stazione Totale Topcon PS-101A
n. 1 Laser scanner Leica HDS 7000
n. 1 Camera digitale Canon 5D Mark II con ottiche calibrate
n. 1 Drone Italdron High One Pro 4HSE equipaggiato con camera digitale Sony Alpha 7

Strumenti per la costruzione di prototipi:
Stampante laser Prusa i3 3d Printer

Hardware:
n. 3 workstation ad elevate prestazioni grafiche
n. 2 computer portatili di alta fascia

Software per l’elaborazione dei dati laser scanning:
n. 3 Leica Cyclone 8.0
n. 5 Inus Rapidform XOS
Modellazione 3D e rendering
n. 5 McNeel Rhinoceros 5.0
n. 3 Autodesk Autocad
n. 5 Autodesk 3DStudio Max

Software per la restituzione fotogrammetrica:
n. 1 Agisoft Photoscan Professional Edition
n. 1 EOS Photomodeler Scanner
Software per l’editing e il processamento di immagini
n. 1 Adobe Suite Master Collection CS6
n. 3 Adobe Suite Standard CS6
Software per la realtà aumentata
n. 1 Seac02 Linceo VR

Sistemi per la proiezione immersiva:
Telo da retroproiezione con coppia di proiettori stereoscopici
N. 2 HDM

Fingerprint Esplora le aree di ricerca in cui questa apparecchiatura è stata utilizzata. Queste etichette vengono generate in base ai relativi risultati. Insieme formano una fingerprint unica.