Un’ironia che vince il tempo: la poesia nostalgica e sensuale di Almudena Guzmán

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il lavoro descrive la produzione artistica e analizza i nuclei fondanti della poetica di Almudena Guzmán (Madrid, 1964), una poetessa contemporanea, critica letteraria e teatrale, a lungo collaboratrice del supplemento culturale del quotidiano ABC e di altre note testate giornalistiche spagnole. Riconosciuta a livello internazionale e insignita di prestigiosi premi, la sua opera poetica ha saputo aggiudicarsi, dagli anni Ottanta ad oggi, un ampio consenso da parte della critica e del pubblico di lettori, ritagliandosi uno spazio inedito e originale, unico nel suo genere. Che denunci le ingiustizie del mondo, rivanghi i traumi del passato, scandagli l’amore, si abbandoni all’estasi sensuale o sprofondi nella solitudine, la poesia di Almudena Guzmán prende le mosse da un percorso autobiografico e personale – nostalgicamente rivisitato – per estendersi all’umanità tutta, che viene esortata a riflettere sui temi fondamentali della vita con sprezzante ironia, tragico umorismo e pungente vena provocatoria.
Original languageItalian
Title of host publicationAlmudena Guzmán. Come onde. Antologia poetica
Pages27-47
Number of pages21
Publication statusPublished - 2020

Publication series

NameTRANSLITTERAE

Cite this