Un carnet de voyage digitale nella città di Akragas.

Research output: Contribution to conferenceOtherpeer-review

Abstract

L’articolo intende affrontare uno studio iconografico sulle rappresentazioni più emblematiche della città di Agrigento nelle quali i viaggiatori del Grand Tour tentarono di catturare l’essenza di quei luoghi un tempo massima sacralità del culto pagano, successivamente divenuti meta di approfondimento culturale che ispirarono l’immaginazione di disegnatori e letterati giunti in Sicilia, già a partire dal XVII secolo, per completare gli studi universitari eannotare le proprie esperienze suggellandole in quelle che Platone definiva “le forme più alte e più vere di conoscenza: le idee” per poi raccontarle attraverso itinerari grafici.
Original languageItalian
Pages493-498
Number of pages6
Publication statusPublished - 2017

Cite this