"Ultra vestimenta seu ornamenta ecclesiastica que etiam dedi eidem ecclesie". Tracce di un'eredità palermitana dell'arcivescovo Jean de Carondelet (1520-1544)

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Lo studio, dopo una breve biografia aggiornata di Jean Carondelet, importante colto ecclesiastico e politico fiammingo, che fu anche arcivescovo di Palermo dal 1520 al 1544, ne indaga la committenza artistica (vetrate istoriate, paramenti sacri ricamati, stalli corali lignei intagliati, manoscritti liturgici miniati, dipinti, sculture marmoree) tra Franca Contea, Paesi Bassi borgognoni e la stessa Palermo, col supporto di un'inedito testamento secondo cui egli avrebbe donato già in vita "vestimenta seu ornamenta ecclesiastica" di grande valore alla cattedrale palermitana, tra cui forse la mitria e il paliotto già tradizionalmente identificati col suo cognome.
Original languageItalian
Title of host publicationArtificia Siciliae. Arti decorative siciliane nel collezionismo europeo
Pages63-79
Number of pages17
Publication statusPublished - 2016

Cite this