Trattamento chirurgico di un caso di fibroistiocitoma maligno del mesocolon trasverso

Attilio Ignazio Lo Monte, Maurizio Romano, Giuseppe Buscemi, Giorgio Romano, Emilia Marrazzo, Gerlando Cocchiara, Samanta Maniaci

Research output: Other contribution

Abstract

[automatically translated] INTRODUCTION: The fibroistiocitomi (MFH) are sarcomas arising from soft tissues, usually are localized in the body's extremities in the trunk and retroperitoneum; localization of primitive MFH in abdominal and / or intestinal level is very rare, in fact no more than 40 cases have been described to date in the literature. CASE REPORT: Patient woman of 80 years in which there was a swelling localized to the epigastric region and right hypochondrium, taut elastic consistency, covered with intact skin and associated with dyspeptic symptoms. Laboratory tests were normal except for the hemoglobin of 8.2 g / dl, the Red Blood Cells of 3,06x 199 / L, the serum iron 22 mg / ml and ferritin of 579 ng / ml. L 'ultrasound of the abdomen, CT and MRI posed a diagnostic approach for a new formation pluriconcamerata part-sovrafluido fluid contained in the epi-mesogastric region of probable pancreatic relevance (heteroplasia a mucinous content). Exploratory laparotomy showed a large mass that dislocated before the stomach and on the left side the left hepatic lobe. The mass, of about 15 cm in maximum diameter, was interested in the transverse mesocolon, was immobilized to the rear wall of the gastric antrum and did not show cleavage planes with the body and tail of the pancreas. We therefore proceeded to the detachment of the mass with the stomach, the left pancreatectomy and preservation of the spleen. The deposed histology for malignant fibrous histiocytoma, giant cell variant; about the pancreas was the seat of chronic pancreatitis. CONCLUSIONS: The MFH intra-abdominal tumors are very rare highly malignant. The differential diagnosis should include cystic pancreatic neoplasms (cystadenomas and cistoadenocarcinomi, mucinous and serous) lymphangiomas cystic, cystic mesothelioma and large hematomas; you have to consider also the large liver tumors, benign tumors of the liver and liver echinococcosis. Preoperative diagnosis is difficult to obtain, but it may be suspected in cases where the diagnostic immaggini highlights massive abdominal mass, especially in elderly patients. The differential diagnosis should include cystic pancreatic neoplasms (cystadenomas and cistoadenocarcinomi, mucinous and serous) lymphangiomas cystic, cystic mesothelioma and large hematomas; you have to consider also the large liver tumors, benign tumors of the liver and liver echinococcosis. Preoperative diagnosis is difficult to obtain, but it may be suspected in cases where the diagnostic immaggini highlights massive abdominal mass, especially in elderly patients. The differential diagnosis should include cystic pancreatic neoplasms (cystadenomas and cistoadenocarcinomi, mucinous and serous) lymphangiomas cystic, cystic mesothelioma and large hematomas; you have to consider also the large liver tumors, benign tumors of the liver and liver echinococcosis. Preoperative diagnosis is difficult to obtain, but it may be suspected in cases where the diagnostic immaggini highlights massive abdominal mass, especially in elderly patients.
Original languageItalian
Publication statusPublished - 2008

Cite this

@misc{f999837a1d7f47498a64843b837216e9,
title = "Trattamento chirurgico di un caso di fibroistiocitoma maligno del mesocolon trasverso",
abstract = "INTRODUZIONE: I fibroistiocitomi (MFH) sono dei sarcomi che originano dai tessuti molli, solitamente si localizzano nelle estremit{\`a} dell’organismo nel tronco e nel retroperitoneo; la localizzazione dei MFH primitivi a livello addominale e/o intestinale {\`e} molto rara, infatti non pi{\`u} di 40 casi sono stati descritti a tutt’oggi in letteratura. CASO CLINICO: Paziente donna di anni 80 nella quale {\`e} stata osservata una tumefazione localizzata a livello della regione epigastrica e dell’ipocondrio di destra, di consistenza teso elastica, ricoperta da cute integra e associata a sintomatologia dispeptica. Gli esami di laboratorio erano nella norma eccetto l’Emoglobina di 8,2 gr/dl, i Globuli Rossi di 3,06x 199/L, la Sideremia 22 μg/ml e la Ferritina di 579 ng/ml. L’ ecografia dell’addome, la TC e la RMN ponevano un orientamento diagnostico per una neoformazione pluriconcamerata a parziale contenuto fluido-sovrafluido nella regione epi-mesogastrica di verosimile pertinenza pancreatica (eteroplasia a contenuto mucinoso). La laparotomia esplorativa evidenziava una voluminosa massa che dislocava anteriormente lo stomaco e lateralmente a sinistra il lobo sinistro del fegato. La neoformazione, di circa 15 cm di diametro massimo, interessava il mesocolon trasverso, era adesa alla parete posteriore dell’antro gastrico e non presentava piani di clivaggio con il corpo e la coda del pancreas. Si {\`e} proceduto pertanto allo scollamento della massa con lo stomaco, alla pancreasectomia sinistra e alla conservazione della milza. Il quadro istologico deponeva per fibro istiocitoma maligno, variante a cellule giganti; riguardo il pancreas era sede di pancreatite cronica. CONCLUSIONI: I MFH intraaddominali sono neoplasie molto rare ad alta malignit{\`a}. La diagnosi differenziale deve includere le neoplasie cistiche del pancreas (cistoadenomi e cistoadenocarcinomi, mucinosi e sierosi) i linfangiomi cistici, i mesoteliomi cistici e i grossi ematomi; si devono prendere in considerazione, inoltre, le grosse neoplasie epatiche, le neoformazioni benigne del fegato e la echinococcosi epatica. La diagnosi preoperatoria {\`e} difficile da ottenere, ma pu{\`o} essere sospettata nei casi in cui dalla diagnostica per immaggini evidenzia voluminosa massa addominale soprattutto nei pazienti anziani.",
keywords = "fibroistiocitoma, mesocolon trasverso",
author = "{Lo Monte}, {Attilio Ignazio} and Maurizio Romano and Giuseppe Buscemi and Giorgio Romano and Emilia Marrazzo and Gerlando Cocchiara and Samanta Maniaci",
year = "2008",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Trattamento chirurgico di un caso di fibroistiocitoma maligno del mesocolon trasverso

AU - Lo Monte, Attilio Ignazio

AU - Romano, Maurizio

AU - Buscemi, Giuseppe

AU - Romano, Giorgio

AU - Marrazzo, Emilia

AU - Cocchiara, Gerlando

AU - Maniaci, Samanta

PY - 2008

Y1 - 2008

N2 - INTRODUZIONE: I fibroistiocitomi (MFH) sono dei sarcomi che originano dai tessuti molli, solitamente si localizzano nelle estremità dell’organismo nel tronco e nel retroperitoneo; la localizzazione dei MFH primitivi a livello addominale e/o intestinale è molto rara, infatti non più di 40 casi sono stati descritti a tutt’oggi in letteratura. CASO CLINICO: Paziente donna di anni 80 nella quale è stata osservata una tumefazione localizzata a livello della regione epigastrica e dell’ipocondrio di destra, di consistenza teso elastica, ricoperta da cute integra e associata a sintomatologia dispeptica. Gli esami di laboratorio erano nella norma eccetto l’Emoglobina di 8,2 gr/dl, i Globuli Rossi di 3,06x 199/L, la Sideremia 22 μg/ml e la Ferritina di 579 ng/ml. L’ ecografia dell’addome, la TC e la RMN ponevano un orientamento diagnostico per una neoformazione pluriconcamerata a parziale contenuto fluido-sovrafluido nella regione epi-mesogastrica di verosimile pertinenza pancreatica (eteroplasia a contenuto mucinoso). La laparotomia esplorativa evidenziava una voluminosa massa che dislocava anteriormente lo stomaco e lateralmente a sinistra il lobo sinistro del fegato. La neoformazione, di circa 15 cm di diametro massimo, interessava il mesocolon trasverso, era adesa alla parete posteriore dell’antro gastrico e non presentava piani di clivaggio con il corpo e la coda del pancreas. Si è proceduto pertanto allo scollamento della massa con lo stomaco, alla pancreasectomia sinistra e alla conservazione della milza. Il quadro istologico deponeva per fibro istiocitoma maligno, variante a cellule giganti; riguardo il pancreas era sede di pancreatite cronica. CONCLUSIONI: I MFH intraaddominali sono neoplasie molto rare ad alta malignità. La diagnosi differenziale deve includere le neoplasie cistiche del pancreas (cistoadenomi e cistoadenocarcinomi, mucinosi e sierosi) i linfangiomi cistici, i mesoteliomi cistici e i grossi ematomi; si devono prendere in considerazione, inoltre, le grosse neoplasie epatiche, le neoformazioni benigne del fegato e la echinococcosi epatica. La diagnosi preoperatoria è difficile da ottenere, ma può essere sospettata nei casi in cui dalla diagnostica per immaggini evidenzia voluminosa massa addominale soprattutto nei pazienti anziani.

AB - INTRODUZIONE: I fibroistiocitomi (MFH) sono dei sarcomi che originano dai tessuti molli, solitamente si localizzano nelle estremità dell’organismo nel tronco e nel retroperitoneo; la localizzazione dei MFH primitivi a livello addominale e/o intestinale è molto rara, infatti non più di 40 casi sono stati descritti a tutt’oggi in letteratura. CASO CLINICO: Paziente donna di anni 80 nella quale è stata osservata una tumefazione localizzata a livello della regione epigastrica e dell’ipocondrio di destra, di consistenza teso elastica, ricoperta da cute integra e associata a sintomatologia dispeptica. Gli esami di laboratorio erano nella norma eccetto l’Emoglobina di 8,2 gr/dl, i Globuli Rossi di 3,06x 199/L, la Sideremia 22 μg/ml e la Ferritina di 579 ng/ml. L’ ecografia dell’addome, la TC e la RMN ponevano un orientamento diagnostico per una neoformazione pluriconcamerata a parziale contenuto fluido-sovrafluido nella regione epi-mesogastrica di verosimile pertinenza pancreatica (eteroplasia a contenuto mucinoso). La laparotomia esplorativa evidenziava una voluminosa massa che dislocava anteriormente lo stomaco e lateralmente a sinistra il lobo sinistro del fegato. La neoformazione, di circa 15 cm di diametro massimo, interessava il mesocolon trasverso, era adesa alla parete posteriore dell’antro gastrico e non presentava piani di clivaggio con il corpo e la coda del pancreas. Si è proceduto pertanto allo scollamento della massa con lo stomaco, alla pancreasectomia sinistra e alla conservazione della milza. Il quadro istologico deponeva per fibro istiocitoma maligno, variante a cellule giganti; riguardo il pancreas era sede di pancreatite cronica. CONCLUSIONI: I MFH intraaddominali sono neoplasie molto rare ad alta malignità. La diagnosi differenziale deve includere le neoplasie cistiche del pancreas (cistoadenomi e cistoadenocarcinomi, mucinosi e sierosi) i linfangiomi cistici, i mesoteliomi cistici e i grossi ematomi; si devono prendere in considerazione, inoltre, le grosse neoplasie epatiche, le neoformazioni benigne del fegato e la echinococcosi epatica. La diagnosi preoperatoria è difficile da ottenere, ma può essere sospettata nei casi in cui dalla diagnostica per immaggini evidenzia voluminosa massa addominale soprattutto nei pazienti anziani.

KW - fibroistiocitoma

KW - mesocolon trasverso

UR - http://hdl.handle.net/10447/45213

M3 - Other contribution

ER -