Sturzo multitasker : dalle opere economico-sociali alla rete politica

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

L'articolo esamina il multiforme impegno di Sturzo partendo da un terminus a quo che è rappresentato dagli anni ’90 dell’800, anni della sua formazione filosofica, di cattolico intransigente, d’insegnante in seminario, propagandista dell’Opera dei Congressi, organizzatore di comitati parrocchiali e di casse rurali, anni dell’impegno nel mondo del giornalismo cattolico. Il terminus ad quem è fissato, invece, al 1905, anno del noto discorso di Caltagirone (24 dicembre), dei primi, significativi, successi del partito municipale – che ebbe la sua carta programmatica nella relazione al convegno di Caltanissetta (1902) -, anni dell’inizio del suo impegno come pro-sindaco di Caltagirone, di quelle battaglie finalizzate a migliorare la cosa pubblica, a liberare l’amministrazione municipale dalle logiche clientelari, anni in cui emergerà chiaramente la sua visione di federalista impenitente e dunque anni dell’avvio di quel progetto politico che sarebbe confluito nella costituzione del PPI e sul quale altri relatori di questa giornata incentreranno i loro interventi. Un periodo, quello oggetto della mia analisi, che mostra il ruolo di Sturzo, operoso e, appunto, multitasker «animatore del movimento cattolico siciliano»
Original languageItalian
Title of host publicationPopolo, democrazia, libertà : L'impegno sociale e politico di Luigi Sturzo
Pages13-37
Number of pages25
Publication statusPublished - 2020

Publication series

NamePolitica, società, storia

Cite this