Studio dell'attività biologica di metaboliti di Citrus spp. su Ceratitis capitata

Vitagliano, S; De Cristofaro, A

Research output: Contribution to conferencePaper

Abstract

[automatically translated] The Mediterranean fruit fly, Ceratitis capitata (Wiedemann) (Diptera Tephritidae) is one of the most harmful insects in the world. In recent years, numerous researches have been conducted on semiochemicals involved in plant-insect host interactions, making use of electrophysiological and behavioral studies, with the aim of using the biologically active substances that may be identified in innovative and sustainable control strategies. It is known that lemons are not attacked by C. capitata, most likely because of the essential epicarp, toxic oils for other fruit flies. In the present paper were performed electrophysiological recordings to assess the sensitivity of the females of C. capitata extracts and oils to the skin of two cultivars (cv.) Sicilian (Interdonato, Meet) Citrus limon Burm. Were conducted, in addition, behavioral bioassays to study the possible biological activity. The perception of the epicarp extracts (in petroleum ether, dichloromethane and methanol) has been studied, in various concentrations, by using a single cell recording technique (SCR), stimulating the tarsal sensilla taste of C. capitata. the responses of different types of taste cells have been recorded. The most intense stimulation was induced by extracts of cv. Interdonato, in particular methanol from the extract, with significant increases in the frequency of action potentials with increasing dose. The perception of the volatile compounds of essential oils extracted from the same cv, in addition to those of the other two CVV. lemon (Monachello, Femminello) It was investigated by elettroantennografica technique (EAG). The EAG Data showed a high sensitivity (about 8.5 mV) of the antennae of C. capitata and a clear dose-response relationship. Behavioral responses of females (virgins and coupled) to epicarp extracts have been studied by means of a double-choice bioassay, using yellow balls (7.0 cm diameter) placed in a special cage. Preliminary tests conducted with three extracts of the CVV. Interdonato and Lunario have provided very promising results. It was recorded, in fact, a general decrease dell'ovideposizione on the balls treated compared to the control Behavioral responses of females (virgins and coupled) to epicarp extracts have been studied by means of a double-choice bioassay, using yellow balls (7.0 cm diameter) placed in a special cage. Preliminary tests conducted with three extracts of the CVV. Interdonato and Lunario have provided very promising results. It was recorded, in fact, a general decrease dell'ovideposizione on the balls treated compared to the control Behavioral responses of females (virgins and coupled) to epicarp extracts have been studied by means of a double-choice bioassay, using yellow balls (7.0 cm diameter) placed in a special cage. Preliminary tests conducted with three extracts of the CVV. Interdonato and Lunario have provided very promising results. It was recorded, in fact, a general decrease dell'ovideposizione on the balls treated compared to the control
Original languageItalian
Publication statusPublished - 2011

Cite this

Studio dell'attività biologica di metaboliti di Citrus spp. su Ceratitis capitata. / Vitagliano, S; De Cristofaro, A.

2011.

Research output: Contribution to conferencePaper

@conference{2fe2ce6d295841f98206bce6e8a20103,
title = "Studio dell'attivit{\`a} biologica di metaboliti di Citrus spp. su Ceratitis capitata",
abstract = "La mosca mediterranea della frutta, Ceratitis capitata (Wiedemann) (Diptera Tephritidae) {\`e} uno degli insetti maggiormente dannosi a livello mondiale. In anni recenti sono state condotte numerose ricerche sui semiochimici coinvolti nelle interazioni insetto-pianta ospite, avvalendosi di studi elettrofisiologici e comportamentali, con lo scopo di utilizzare le sostanze biologicamente attive eventualmente identificate in strategie di controllo innovative e sostenibili. {\`E} noto che i limoni non sono attaccati da C. capitata, molto probabilmente a causa degli oli essenziali dell’epicarpo, tossici per altre mosche della frutta. Nel presente lavoro sono state effettuate registrazioni elettrofisiologiche per valutare la sensibilit{\`a} delle femmine di C. capitata ad estratti ed oli della buccia di due variet{\`a} coltivate (cv.) siciliane (Interdonato, Lunario) di Citrus limon Burm. Sono stati condotti, inoltre, biosaggi comportamentali per studiarne l’eventuale attivit{\`a} biologica. La percezione degli estratti dell’epicarpo (in etere di petrolio, diclorometano e metanolo) {\`e} stata studiata, a varie concentrazioni, utilizzando una tecnica di registrazione da singola cellula (SCR), stimolando i sensilli tarsali del gusto di C. capitata. Sono state registrate le risposte di diversi tipi di cellule gustative. La stimolazione pi{\`u} intensa {\`e} stata indotta dagli estratti della cv. Interdonato, in particolare dall’estratto metanolico, con incrementi significativi della frequenza dei potenziali di azione al crescere della dose. La percezione dei composti volatili degli oli essenziali estratti dalle stesse cv, oltre a quelli di altre due cvv. di limone (Monachello, Femminello), {\`e} stata indagata mediante tecnica elettroantennografica (EAG). I dati EAG hanno evidenziato un’elevata sensibilit{\`a} (ca. 8.5 mV) delle antenne di C. capitata ed una netta correlazione dose-risposta. Le risposte comportamentali delle femmine (vergini ed accoppiate) agli estratti dell’epicarpo sono state studiate mediante un biosaggio a doppia scelta, utilizzando sfere di colore giallo (diametro 7.0 cm) posizionate in un’apposita gabbietta. Le prove preliminari condotte con tre estratti delle cvv. Interdonato e Lunario hanno fornito risultati molto promettenti. {\`E} stata registrata, infatti, una diminuzione generalizzata dell’ovideposizione sulle sfere trattate rispetto al controllo",
keywords = "mosca mediterranea della frutta, Citrus limon, EAG, SCR.",
author = "{Vitagliano, S; De Cristofaro, A} and Maurizio Bruno and Virgilio Caleca and Nicoletta Faraone",
year = "2011",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - Studio dell'attività biologica di metaboliti di Citrus spp. su Ceratitis capitata

AU - Vitagliano, S; De Cristofaro, A

AU - Bruno, Maurizio

AU - Caleca, Virgilio

AU - Faraone, Nicoletta

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - La mosca mediterranea della frutta, Ceratitis capitata (Wiedemann) (Diptera Tephritidae) è uno degli insetti maggiormente dannosi a livello mondiale. In anni recenti sono state condotte numerose ricerche sui semiochimici coinvolti nelle interazioni insetto-pianta ospite, avvalendosi di studi elettrofisiologici e comportamentali, con lo scopo di utilizzare le sostanze biologicamente attive eventualmente identificate in strategie di controllo innovative e sostenibili. È noto che i limoni non sono attaccati da C. capitata, molto probabilmente a causa degli oli essenziali dell’epicarpo, tossici per altre mosche della frutta. Nel presente lavoro sono state effettuate registrazioni elettrofisiologiche per valutare la sensibilità delle femmine di C. capitata ad estratti ed oli della buccia di due varietà coltivate (cv.) siciliane (Interdonato, Lunario) di Citrus limon Burm. Sono stati condotti, inoltre, biosaggi comportamentali per studiarne l’eventuale attività biologica. La percezione degli estratti dell’epicarpo (in etere di petrolio, diclorometano e metanolo) è stata studiata, a varie concentrazioni, utilizzando una tecnica di registrazione da singola cellula (SCR), stimolando i sensilli tarsali del gusto di C. capitata. Sono state registrate le risposte di diversi tipi di cellule gustative. La stimolazione più intensa è stata indotta dagli estratti della cv. Interdonato, in particolare dall’estratto metanolico, con incrementi significativi della frequenza dei potenziali di azione al crescere della dose. La percezione dei composti volatili degli oli essenziali estratti dalle stesse cv, oltre a quelli di altre due cvv. di limone (Monachello, Femminello), è stata indagata mediante tecnica elettroantennografica (EAG). I dati EAG hanno evidenziato un’elevata sensibilità (ca. 8.5 mV) delle antenne di C. capitata ed una netta correlazione dose-risposta. Le risposte comportamentali delle femmine (vergini ed accoppiate) agli estratti dell’epicarpo sono state studiate mediante un biosaggio a doppia scelta, utilizzando sfere di colore giallo (diametro 7.0 cm) posizionate in un’apposita gabbietta. Le prove preliminari condotte con tre estratti delle cvv. Interdonato e Lunario hanno fornito risultati molto promettenti. È stata registrata, infatti, una diminuzione generalizzata dell’ovideposizione sulle sfere trattate rispetto al controllo

AB - La mosca mediterranea della frutta, Ceratitis capitata (Wiedemann) (Diptera Tephritidae) è uno degli insetti maggiormente dannosi a livello mondiale. In anni recenti sono state condotte numerose ricerche sui semiochimici coinvolti nelle interazioni insetto-pianta ospite, avvalendosi di studi elettrofisiologici e comportamentali, con lo scopo di utilizzare le sostanze biologicamente attive eventualmente identificate in strategie di controllo innovative e sostenibili. È noto che i limoni non sono attaccati da C. capitata, molto probabilmente a causa degli oli essenziali dell’epicarpo, tossici per altre mosche della frutta. Nel presente lavoro sono state effettuate registrazioni elettrofisiologiche per valutare la sensibilità delle femmine di C. capitata ad estratti ed oli della buccia di due varietà coltivate (cv.) siciliane (Interdonato, Lunario) di Citrus limon Burm. Sono stati condotti, inoltre, biosaggi comportamentali per studiarne l’eventuale attività biologica. La percezione degli estratti dell’epicarpo (in etere di petrolio, diclorometano e metanolo) è stata studiata, a varie concentrazioni, utilizzando una tecnica di registrazione da singola cellula (SCR), stimolando i sensilli tarsali del gusto di C. capitata. Sono state registrate le risposte di diversi tipi di cellule gustative. La stimolazione più intensa è stata indotta dagli estratti della cv. Interdonato, in particolare dall’estratto metanolico, con incrementi significativi della frequenza dei potenziali di azione al crescere della dose. La percezione dei composti volatili degli oli essenziali estratti dalle stesse cv, oltre a quelli di altre due cvv. di limone (Monachello, Femminello), è stata indagata mediante tecnica elettroantennografica (EAG). I dati EAG hanno evidenziato un’elevata sensibilità (ca. 8.5 mV) delle antenne di C. capitata ed una netta correlazione dose-risposta. Le risposte comportamentali delle femmine (vergini ed accoppiate) agli estratti dell’epicarpo sono state studiate mediante un biosaggio a doppia scelta, utilizzando sfere di colore giallo (diametro 7.0 cm) posizionate in un’apposita gabbietta. Le prove preliminari condotte con tre estratti delle cvv. Interdonato e Lunario hanno fornito risultati molto promettenti. È stata registrata, infatti, una diminuzione generalizzata dell’ovideposizione sulle sfere trattate rispetto al controllo

KW - mosca mediterranea della frutta, Citrus limon, EAG, SCR.

UR - http://hdl.handle.net/10447/63870

M3 - Paper

ER -