Strategie formative sui medici potenziali prescrittori per il corretto uso dei test genomici: l'esperienza italiana.

Research output: Contribution to journalArticlepeer-review

Abstract

Pressioni del mercato, politiche regolatorie, linee guida cliniche e domanda dei consumatori, sono tutti fattori che influiscono sulla conoscenza degli erogatori dell’assistenza sanitaria e sull'uso dei test genetici venduti e/o pubblicizzati direttamente ai consumatori.Obiettivo è presentare un innovativo programma pilota di istruzione e formazione sul corretto uso dei test genomici, dedicato ai potenziali prescrittori, nell'ambito di un progetto finanziato dal Centro Nazionale per il Controllo delle Malattie del Ministero della Salute. Un gruppo di esperti, rappresentanti delle sei regioni coinvolte nel progetto, ha definito i contenuti di un corso modulare concepito per essere somministrato in presenza ed a distanza ad una popolazione di potenziali prescrittori di test genomici (medici di medicina generale, operatori di sanità pubblica, oncologi, ginecologi e neurologi). La frequenza del corso implicherà l’assegnazione di crediti ECM ai corsisti.L’attuazione di programmi specifici di istruzione e formazione potrà migliorare l’uso appropriato delle conoscenze e delle tecnologie genomiche.
Original languageEnglish
Number of pages11
JournalANNALI DI IGIENE MEDICINA PREVENTIVA E DI COMUNITÀ
Volume25
Publication statusPublished - 2012

Cite this