Resistenze imperfette: trasformazioni socio-spaziali a Ballarò (Palermo)

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Nel marzo del 2016 l’Aula Magna del Liceo B. Croce, storico istituto sito nel centro di Palermo nonlontano dal mercato rionale di Ballarò, è luogo di un accordo che avrebbe segnato in profondità ildestino di alcuni degli spazi che compongono il quartiere. È qui, infatti, che il processo diriappropriazione e riqualificazione di Piazza Mediterraneo, cominciato cinque anni prima, trova unriconoscimento formale da parte del Comune e delle istituzioni – scuole, parrocchie, associazioni –che lavorano sul territorio. Promotrice di questo processo è l’associazione SOS Ballarò,un’assemblea pubblica che riunisce attori eterogenei e che ha come obiettivo il rilancio del mercatoe la riqualificazione del quartiere. Due settimane dopo quell’incontro, Yusupha Susso, di ritorno dalcampo sportivo che insieme agli altri membri dell’associazione stava contribuendo a rimettere insesto, viene gravemente ferito alla testa da un colpo di pistola sparato da un giovane di Ballarò checon il suo gesto avrebbe inteso riaffermare il proprio dominio sul territorio, secondo la ricostruzionedel Questore. Fra questi due eventi si apre e si condensa la geografia contraddittoria che i processidi trasformazione stanno negli ultimi anni contribuendo a delineare sulla trama urbanadell’Albergheria. Se da una parte, infatti, l’associazione SOS Ballarò in sinergia con gli attori localista promuovendo inediti percorsi di recupero degli spazi del quartiere, attraverso forme di attivismoculturale e iniziative di partecipazione dal basso, dall’altro non mancano episodi di resistenza daparte di alcuni degli abitanti di fronte alle nuove dinamiche sociali e territoriali che questicambiamenti stano innescando. L’obiettivo di questo intervento è di provare a tracciare unatopografia critica situata e trans-scalare (Katz 2001) in grado di trattenere fra le sue linee traccedelle contraddizioni che le trasformazioni urbane portano con sé. L’alta presenza di migranti e lecomplesse dinamiche che ne hanno segnato il progressivo radicamento sul territorio, un paesaggiourbano irregolare che incarna ora una forte marginalizzazione socio-spaziale (Guarrasi 1981) oraprocessi di gentrificazione e di ristrutturazione urbana (Smith 2002), il lavoro delle associazioni sulterritorio e l’utilizzo della cultura come strategia di ripensamento e di riqualificazione dell’urbano,sono alcuni dei terreni sui quali la riflessione verrà condotta, nel tentativo di trovare fra lecontraddizioni e le tensioni che li attraversano un imprevisto spazio di possibilità per l’agirepolitico.
Original languageItalian
Title of host publicationTerritori e resistenze: spazi in divenire, forme del conflitto e politiche del quotidiano
Pages41-59
Number of pages19
Publication statusPublished - 2019

Publication series

NameESPLORAZIONI

Cite this

Giubilaro, C. (2019). Resistenze imperfette: trasformazioni socio-spaziali a Ballarò (Palermo). In Territori e resistenze: spazi in divenire, forme del conflitto e politiche del quotidiano (pp. 41-59). (ESPLORAZIONI).