recensione a A. PSYGKAS, From the “Democratic Deficit” to a “Democratic Surplus”. Constructing Administrative Democracy in Europe, New York, Oxford University Press, 2017

Research output: Contribution to journalReview articlepeer-review

Abstract

Il libro di Athanasios Psygkas si inserisce nel solco degli studi che contestano l’esistenza di un deficit democratico nell’Unione europea, ma con un approccio volto a dimostrare che il processo di armonizzazione e integrazione europeo avrebbe addirittura contribuito a rafforzare la democrazia, specialmente procedurale e amministrativa, degli Stati membri. La tesi di fondo del volume è che l’ordinamento comunitario prima, e dell’Unione europea successivamente, proponendosi di realizzare un mercato unico attraverso progressive liberalizzazioni, avrebbe dettato numerose discipline di regolazione in grado di costituire la base normativa di un nuovo modello di democrazia partecipativa e deliberativa. In particolare, l’analisi si concentra sul settore delle telecomunicazioni.
Original languageItalian
Pages (from-to)1257-1261
Number of pages5
JournalRIVISTA TRIMESTRALE DI DIRITTO PUBBLICO
Publication statusPublished - 2018

Cite this