Profili penali del trattamento medico arbitrario

Research output: Book/ReportBook

Abstract

Il lavoro affronta la tematica del trattamento medico arbitrario, sotto il duplice profilo del ruolo da riconoscere al consenso del paziente nell'attività terapeutica e, conseguentemente, della rilevanza penale delle condotte mediche realizzate in assenza di consenso ma nel rispetto delle regole dell'arte. Il contributo ha l'obiettivo di conciliare le suddette problematiche con una visione pienamente personalistica dell'arte medica, senza però in tal modo svilire l'alto valore sociale della professione sanitaria e porre quindi in secondo piano il suo rilievo collettivo. L'obiettivo è quello di riconoscere al consenso dell'avente diritto, letto in chiave di bilanciamento di interessi, ruolo di vero e proprio fondamento dell'arte medica, giungendo al contempo a dare il dovuto rilievo ai valori sociali e morali che guidano la professione sanitaria in sede di tipicità della condotta, dove quindi si abbandona il piano rigidamente naturalistico-causale di analisi del reato in favore di una prospettiva che possa maggiormente cogliere il reale disvalore sanzionato dalla fattispecie concreta. In conclusione, dopo aver tentato di delineare le due problematiche appena accennate, si cerca di approfondire altresì la questione della dinamica della relazione terapeutica, interrogandosi sul ruolo che i nudge e la psicologia comportamentale possono rivestire al riguardo.
Original languageItalian
PublisherDiparimento di Giurisprudenza
Number of pages200
ISBN (Print)978-88-944902-0-6
Publication statusPublished - 2020

Cite this