Nuovi orientamenti canonistici in tema di unioni alternative al matrimonio religioso: profili di rilevanza del matrimonio mere civilis e delle convivenze affectu maritali positae.

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il rapido e consistente cambiamento sulle relazioni affettive nellesocietà occidentali inquieta la Chiesa che, in occasione del Sinodostraordinario dei vescovi, si è interrogata sul modo di proporre la propria visione sul matrimonio indissolubile e, insieme, l’apertura per uominie donne che, pur vivendo come coniugi, non hanno fatto la scelta divincolarsi sacramentalmente. Il nodo problematico su cui si sofferma il presente saggio concerne la rilevanza canonica di siffatte unioni in riferimento alle quali, la dottrina canonistica riconosce che non pare congruo disattendere il fatto che lo stato dei cattolici vincolati da un matrimonio “mere civilis” o, in taluni casi, da una convivenza registrata, differisce da quella dei conviventi “more uxorio” o “de facto” a motivo della volontà di impegnarsi in un preciso stato giuridico e di chiederne il riconoscimento da parte dello Stato.
Original languageItalian
Title of host publicationIl matrimonio religioso oggi: le nuove sfide della secolarizzazione
Pages47-65
Number of pages19
Publication statusPublished - 2017

Cite this