Marco Tullio Cicerone. De oratore (traduzione e commento)

Rosanna Marino, Pietro Li Causi

Research output: Book/ReportBook

Abstract

Il secondo libro del De oratore di Cicerone si incentra sul duplice piano identitario, di matrice stoica, orator= sapiens da una parte, eloquentia =virtus dall'altra che universalizza l'arte retorica sul versante etico e relazionale definendone lo statuto di 'scienza olistica', paradigma di un'arte che ha la funzione peri ekaston tuo theoresai to endechomenon pitanon (Arist. Rhet. 1355b). Un significato rilevante assume inoltre, sul versante strutturale e contenutistico, il tema della memoria che, variamente e costantemente declinato nelle tre cornici iniziali del de oratore, trova impiego in explicit come importante corollario del proemio. La Ringkomposition sublima infatti in incipit l'importanza della memoria come strumento necessario per consentire il transito tra passato e presente sul ponte del tempo per rilevare poi in explicit il suo statuto funzionale come parte ineludibile della retorica.
Original languageItalian
PublisherEditori dell'Orso
Number of pages225
ISBN (Print)978-88-6274-596-3
Publication statusPublished - 2015

Cite this