L'impegno unilaterale al trasferimento dei beni quale dispositivo idoneo (ed eseguibile in forma specifica) ai fini attuativi del pactum fiduciae

Research output: Contribution to journalArticlepeer-review

Abstract

Il lavoro prende in esame la pronunzia del 15 maggio 2014, n. 10633, resa dalla Suprema Corte di Cassazione. In essa la Corte di Cassazione si è occupata di un'operazione fiduciaria ma all'insegna di una originale lettura - anche per lo specifico ambito di applicazione - secondo cui potrebbe annettersi valore pienamente impegnativo – e coercibilità ex art. 2932 c.c. - della dichiarazione unilaterale con cui il fiduciante si impegni a trasferire determinati beni al fiduciario, in attuazione esplicita (i.e. con expressio causae) del medesimo patto fiduciario
Original languageItalian
Pages (from-to)1-12
Number of pages12
JournalDIRITTO CIVILE CONTEMPORANEO
Publication statusPublished - 2015

Cite this