Legalità penale e Rule of Law

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il principio di legalità in materia penale è circondato, oggi, da un’aura di paradosso. Per un verso, esso è considerato l’ovvio architrave di un sistema penale che, come quello italiano, si voglia ispirato ai principi della garanzia delle libertà individuali e della separazione dei poteri: pertanto, esso campeggia nei testi costituzionali e nei documenti internazionali sui diritti umani, e nei capitoli iniziali (quelli dedicati ai “principi fondamentali” della materia) di tutti i manuali di diritto penale. Per altro verso, invece, il destino del principio di legalità appare segnato. Il profluvio caotico delle leggi, il disordine delle fonti, la presenza di organismi sovranazionali (in particolar modo l’Unione europea) che riescono a determinare in maniera anche alquanto esigente la produzione di norme penali a livello interno, la crisi della democrazia rappresentativa e la virata verso la democrazia maggioritaria, le incrinature nella separazione dei poteri, l’esplosione del diritto giurisprudenziale anche in paesi di civil law, il diffuso disincanto verso qualche pretesa di oggettività o di razionalità dell’interpretazione giuridica, sono tutti fenomeni che mettono sotto tensione il principio di legalità in materia penale , e che rischiano di confinarlo nel novero dei relitti ideologici, delle mitologie ormai sfatate, delle pretese irrealizzabili. Scopo di questo saggio è provare a riaffermare l’importanza, e la possibilità stessa, del principio di legalità in materia penale. L’assunto di partenza è che, nonostante tutte le circostanze (come quelle sopra esemplificate) che ostacolano il pieno dispiegarsi delle potenzialità garantistiche del principio di legalità penale, la legalità penale sia un valore che non solo merita di essere perseguito, ma che è anche possibile perseguire. Non è un ideale irrealizzabile. E ciò che può essere realisticamente realizzato dell’ideale della legalità penale è, come cercherò di mostrare, strettamente imparentato con alcuni requisiti solitamente associati all’ideale del Rule of Law. Il mio discorso sarà dunque per un verso analitico e ricostruttivo sul concetto di legalità penale, e per altro verso normativo. I due piani di discorso saranno compresenti ma distinti: il lettore li individuerà e distinguerà facilmente.
Original languageItalian
Title of host publicationRule of Law. L'ideale della legalità
Pages177-233
Number of pages57
Publication statusPublished - 2016

Cite this

Pino, G. (2016). Legalità penale e Rule of Law. In Rule of Law. L'ideale della legalità (pp. 177-233)

Legalità penale e Rule of Law. / Pino, Giorgio.

Rule of Law. L'ideale della legalità. 2016. p. 177-233.

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Pino, G 2016, Legalità penale e Rule of Law. in Rule of Law. L'ideale della legalità. pp. 177-233.
Pino G. Legalità penale e Rule of Law. In Rule of Law. L'ideale della legalità. 2016. p. 177-233
Pino, Giorgio. / Legalità penale e Rule of Law. Rule of Law. L'ideale della legalità. 2016. pp. 177-233
@inbook{af049f8f6a81410093c5810dfc4935c3,
title = "Legalit{\`a} penale e Rule of Law",
abstract = "Il principio di legalit{\`a} in materia penale {\`e} circondato, oggi, da un’aura di paradosso. Per un verso, esso {\`e} considerato l’ovvio architrave di un sistema penale che, come quello italiano, si voglia ispirato ai principi della garanzia delle libert{\`a} individuali e della separazione dei poteri: pertanto, esso campeggia nei testi costituzionali e nei documenti internazionali sui diritti umani, e nei capitoli iniziali (quelli dedicati ai “principi fondamentali” della materia) di tutti i manuali di diritto penale. Per altro verso, invece, il destino del principio di legalit{\`a} appare segnato. Il profluvio caotico delle leggi, il disordine delle fonti, la presenza di organismi sovranazionali (in particolar modo l’Unione europea) che riescono a determinare in maniera anche alquanto esigente la produzione di norme penali a livello interno, la crisi della democrazia rappresentativa e la virata verso la democrazia maggioritaria, le incrinature nella separazione dei poteri, l’esplosione del diritto giurisprudenziale anche in paesi di civil law, il diffuso disincanto verso qualche pretesa di oggettivit{\`a} o di razionalit{\`a} dell’interpretazione giuridica, sono tutti fenomeni che mettono sotto tensione il principio di legalit{\`a} in materia penale , e che rischiano di confinarlo nel novero dei relitti ideologici, delle mitologie ormai sfatate, delle pretese irrealizzabili. Scopo di questo saggio {\`e} provare a riaffermare l’importanza, e la possibilit{\`a} stessa, del principio di legalit{\`a} in materia penale. L’assunto di partenza {\`e} che, nonostante tutte le circostanze (come quelle sopra esemplificate) che ostacolano il pieno dispiegarsi delle potenzialit{\`a} garantistiche del principio di legalit{\`a} penale, la legalit{\`a} penale sia un valore che non solo merita di essere perseguito, ma che {\`e} anche possibile perseguire. Non {\`e} un ideale irrealizzabile. E ci{\`o} che pu{\`o} essere realisticamente realizzato dell’ideale della legalit{\`a} penale {\`e}, come cercher{\`o} di mostrare, strettamente imparentato con alcuni requisiti solitamente associati all’ideale del Rule of Law. Il mio discorso sar{\`a} dunque per un verso analitico e ricostruttivo sul concetto di legalit{\`a} penale, e per altro verso normativo. I due piani di discorso saranno compresenti ma distinti: il lettore li individuer{\`a} e distinguer{\`a} facilmente.",
author = "Giorgio Pino",
year = "2016",
language = "Italian",
isbn = "978-88-15-24840-4",
pages = "177--233",
booktitle = "Rule of Law. L'ideale della legalit{\`a}",

}

TY - CHAP

T1 - Legalità penale e Rule of Law

AU - Pino, Giorgio

PY - 2016

Y1 - 2016

N2 - Il principio di legalità in materia penale è circondato, oggi, da un’aura di paradosso. Per un verso, esso è considerato l’ovvio architrave di un sistema penale che, come quello italiano, si voglia ispirato ai principi della garanzia delle libertà individuali e della separazione dei poteri: pertanto, esso campeggia nei testi costituzionali e nei documenti internazionali sui diritti umani, e nei capitoli iniziali (quelli dedicati ai “principi fondamentali” della materia) di tutti i manuali di diritto penale. Per altro verso, invece, il destino del principio di legalità appare segnato. Il profluvio caotico delle leggi, il disordine delle fonti, la presenza di organismi sovranazionali (in particolar modo l’Unione europea) che riescono a determinare in maniera anche alquanto esigente la produzione di norme penali a livello interno, la crisi della democrazia rappresentativa e la virata verso la democrazia maggioritaria, le incrinature nella separazione dei poteri, l’esplosione del diritto giurisprudenziale anche in paesi di civil law, il diffuso disincanto verso qualche pretesa di oggettività o di razionalità dell’interpretazione giuridica, sono tutti fenomeni che mettono sotto tensione il principio di legalità in materia penale , e che rischiano di confinarlo nel novero dei relitti ideologici, delle mitologie ormai sfatate, delle pretese irrealizzabili. Scopo di questo saggio è provare a riaffermare l’importanza, e la possibilità stessa, del principio di legalità in materia penale. L’assunto di partenza è che, nonostante tutte le circostanze (come quelle sopra esemplificate) che ostacolano il pieno dispiegarsi delle potenzialità garantistiche del principio di legalità penale, la legalità penale sia un valore che non solo merita di essere perseguito, ma che è anche possibile perseguire. Non è un ideale irrealizzabile. E ciò che può essere realisticamente realizzato dell’ideale della legalità penale è, come cercherò di mostrare, strettamente imparentato con alcuni requisiti solitamente associati all’ideale del Rule of Law. Il mio discorso sarà dunque per un verso analitico e ricostruttivo sul concetto di legalità penale, e per altro verso normativo. I due piani di discorso saranno compresenti ma distinti: il lettore li individuerà e distinguerà facilmente.

AB - Il principio di legalità in materia penale è circondato, oggi, da un’aura di paradosso. Per un verso, esso è considerato l’ovvio architrave di un sistema penale che, come quello italiano, si voglia ispirato ai principi della garanzia delle libertà individuali e della separazione dei poteri: pertanto, esso campeggia nei testi costituzionali e nei documenti internazionali sui diritti umani, e nei capitoli iniziali (quelli dedicati ai “principi fondamentali” della materia) di tutti i manuali di diritto penale. Per altro verso, invece, il destino del principio di legalità appare segnato. Il profluvio caotico delle leggi, il disordine delle fonti, la presenza di organismi sovranazionali (in particolar modo l’Unione europea) che riescono a determinare in maniera anche alquanto esigente la produzione di norme penali a livello interno, la crisi della democrazia rappresentativa e la virata verso la democrazia maggioritaria, le incrinature nella separazione dei poteri, l’esplosione del diritto giurisprudenziale anche in paesi di civil law, il diffuso disincanto verso qualche pretesa di oggettività o di razionalità dell’interpretazione giuridica, sono tutti fenomeni che mettono sotto tensione il principio di legalità in materia penale , e che rischiano di confinarlo nel novero dei relitti ideologici, delle mitologie ormai sfatate, delle pretese irrealizzabili. Scopo di questo saggio è provare a riaffermare l’importanza, e la possibilità stessa, del principio di legalità in materia penale. L’assunto di partenza è che, nonostante tutte le circostanze (come quelle sopra esemplificate) che ostacolano il pieno dispiegarsi delle potenzialità garantistiche del principio di legalità penale, la legalità penale sia un valore che non solo merita di essere perseguito, ma che è anche possibile perseguire. Non è un ideale irrealizzabile. E ciò che può essere realisticamente realizzato dell’ideale della legalità penale è, come cercherò di mostrare, strettamente imparentato con alcuni requisiti solitamente associati all’ideale del Rule of Law. Il mio discorso sarà dunque per un verso analitico e ricostruttivo sul concetto di legalità penale, e per altro verso normativo. I due piani di discorso saranno compresenti ma distinti: il lettore li individuerà e distinguerà facilmente.

UR - http://hdl.handle.net/10447/218877

UR - http://www1.unipa.it/gpino/Pino,%20Legalit%E0%20penale%20e%20Rule%20of%20Law.pdf

M3 - Chapter

SN - 978-88-15-24840-4

SP - 177

EP - 233

BT - Rule of Law. L'ideale della legalità

ER -