L'effetto di Montalbano sui flussi turistici nei luoghi letterari e televisivi

Research output: Contribution to journalArticlepeer-review

Abstract

Da alcuni anni vari enti regionali erogano a fondo perduto a favore di produzioni cinematografiche o televisive nei loro territori, talvolta attraverso le c.d. Film Commission. Di solito ciò viene giustificato dall’impatto occupazionale delle riprese e da quello indotto sul cine-turismo. Obiettivo di questo saggio è misurare l’impatto dei telefilm sui flussi turistici delle località dove essi sono stati girati, al fine di valutare se tali erogazioni a fondo perduto siano opportune; ciò attraverso un’indagine empirica (nel periodo 1982-2013) sull’incremento turistico indotto dalle serie TV con il commissario Montalbano.Confrontando gli arrivi nella provincia di Ragusa, sede delle riprese televisive, con quelli nella provincia di Agrigento, sede della serie letteraria, i risultati mostrano che il flusso turistico dipende positivamente sia dai telefilm sia dai libri. Quindi sostenere a fondo perduto le produzioni televisive non ha una giustificazione teorica, ma soltanto sulla base di consuetudini. Infatti, se si seguisse lo stesso principio, paradossalmente andrebbe sovvenzionata allo stesso modo anche l’altra fonte di produzione creativa –quella letteraria– che contribuisce essa pure a generare i medesimi flussi turistici. I risultati suggeriscono pure che le due destinazioni sono complementari, pertanto potenziali poli di un distretto turistico integrato fondato sulla creatività culturale che li accomuna.
Original languageItalian
Pages (from-to)269-290
Number of pages22
JournalECONOMIA E DIRITTO DEL TERZIARIO
Volume2
Publication statusPublished - 2015

Cite this