Le donne di Cain. Confessione e identità transessuale

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Le donne di Cain sembrano liberarsi gradualmente del loro ruolo di subalterne e impadronirsi della scena del racconto fino a dare addirittura il titolo al romanzo, nome proprio della protagonista nel caso di Mildred Pierce e appellativo infamante nell’ultimo romanzo postumo, La ragazza dei cocktail. E inoltre la novità del loro ruolo centrale viene avvalorata da un cambiamento decisivo nella narrazione di Cain, la scelta della terza persona, che pone una distanza tra il narratore-autore reale e la protagonista, ma produce una maggiore presa di contatto tra la protagonista e il pubblico femminile, come avviene in Mildred Pierce e nella prima versione de La ragazza dei cocktail.
Original languageItalian
Title of host publicationNarrazioni di genere e biopolitiche neoliberali. Mildred Pierce e i suoi spettri
Pages61-90
Number of pages30
Publication statusPublished - 2014

Cite this

Coglitore, R. (2014). Le donne di Cain. Confessione e identità transessuale. In Narrazioni di genere e biopolitiche neoliberali. Mildred Pierce e i suoi spettri (pp. 61-90)