“L’applicazione delle Neuroscienze al sentire educativo e all’agire didattico. Riflessioni su Neurodidattica. Insegnare al cervello che apprende”

Research output: Contribution to journalArticlepeer-review

Abstract

Nell'aperto dibattito scientifico sulle relazioni disciplinari tra la ricerca neuroscientifica e la ricercaeducativa, un contributo interessante giunge dal libro "Neurodidattica. Insegnare al cervello che apprende" di Pier CesareRivoltella uscito nel 2012 per Raffaello Cortina. Trattasi di una esplorazione ad ampio spettro sull’incontro epistemologicotra neuroscienze e didattica, nonché sulla messa a fuocodi alcune linee riflessivo-operative sulla ricezione e declinazione delleacquisizioni neuroscientifiche in ambito propriamente didattico. Sgomberato il campo da una serie di falsi miti relativi alla Neuroeducation, è possibile analizzare i punti di contatto tra la vita neurale ei meccanismi dell’apprendimento, aprendo nuove vie alla ricerca educativo-didattica nella direzione dell'implementazione del successo formativo e della promozione della persona.
Original languageItalian
Pages (from-to)277-284
Number of pages8
JournalPEDAGOGIA E VITA
Publication statusPublished - 2014

Cite this