La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

rappresentano requisiti essenziali per la protezione dell’ambiente. In particolare, la conoscenza dei fenomeni che si instaurano al loro interno, perlopiù di natura biologica, è di fondamentale importanza per la buona riuscita del processo depurativo, sia che si tratti di impianti a tecnologia convenzionale, quali i CAS (Conventional Activated Sludge), o avanzate, quali gli MBR (Membrane BioReactor). Il verificarsi di una disfunzione, a seconda della sua gravità, può comportare il superamento dei limiti previsti per lo scarico per un certo periodo di tempo, causando gravi conseguenze ambientali, nonché un danno economico che deriverebbe sia dall’applicazione di sanzioni amministrative, consumo di reagenti chimici, ecc. Un’approfondita conoscenza dei processi può consentire non solo di trovare adeguate soluzioni per la tempestiva risoluzione dei problemi ma, soprattutto, di poterne prevenire l’insorgenza. Inoltre, tenuto conto della crescente necessità di attuare il virtuoso modello di economia circolare, gli impianti di depurazione non assumono più il solo ruolo di ridurre l’inquinamento delle acque reflue, bensì quello di valorizzarle, attraverso la possibilità di recupero di materia ed energia. In questo contesto, la conoscenza specialistica dei processi, nonché la loro corretta gestione, diventa un prerequisito assolutamente essenziale anche per l’attuazione e l’efficientamento delle pratiche di recupero di energia e materia. Pertanto, la corretta gestione degli impianti di depurazione non assume soltanto un ruolo di garanzia nei confronti della salvaguardia dei corpi idrici ricettori, bensì dell’ambiente in senso lato. Questa memoria pone l’attenzione sulla necessità di una corretta progettazione e individuazione delle apparecchiature elettromeccaniche, soprattutto per gli impianti a tecnologia più evoluta, nonché di un’adeguata conoscenza delle principali criticità che riguardano la gestione degli impianti di depurazione, sia convenzionali (CAS) che avanzati (MBR). In particolare, sono presentate e discusse alcune procedure analitiche, nonché specifici parametri non convenzionali utili per il monitoraggio, la conduzione specialistica dei processi biologici. Inoltre, sono brevemente analizzate le principali disfunzioni che possono verificarsi nei processi che si attuano in ciascuno di essi, nonché le principali soluzioni per il loro monitoraggio e la loro corretta gestione.
Original languageItalian
Title of host publicationImpianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione
Number of pages30
Publication statusPublished - 2019

Cite this

Torregrossa, M., & Corsino, S. F. (2019). La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente. In Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione

La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente. / Torregrossa, Michele; Corsino, Santo Fabio.

Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione. 2019.

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Torregrossa, M & Corsino, SF 2019, La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente. in Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione.
Torregrossa M, Corsino SF. La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente. In Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione. 2019
Torregrossa, Michele ; Corsino, Santo Fabio. / La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente. Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione. 2019.
@inbook{36d84dc35b52462ab35a44abe428e408,
title = "La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente",
abstract = "rappresentano requisiti essenziali per la protezione dell’ambiente. In particolare, la conoscenza dei fenomeni che si instaurano al loro interno, perlopi{\`u} di natura biologica, {\`e} di fondamentale importanza per la buona riuscita del processo depurativo, sia che si tratti di impianti a tecnologia convenzionale, quali i CAS (Conventional Activated Sludge), o avanzate, quali gli MBR (Membrane BioReactor). Il verificarsi di una disfunzione, a seconda della sua gravit{\`a}, pu{\`o} comportare il superamento dei limiti previsti per lo scarico per un certo periodo di tempo, causando gravi conseguenze ambientali, nonch{\'e} un danno economico che deriverebbe sia dall’applicazione di sanzioni amministrative, consumo di reagenti chimici, ecc. Un’approfondita conoscenza dei processi pu{\`o} consentire non solo di trovare adeguate soluzioni per la tempestiva risoluzione dei problemi ma, soprattutto, di poterne prevenire l’insorgenza. Inoltre, tenuto conto della crescente necessit{\`a} di attuare il virtuoso modello di economia circolare, gli impianti di depurazione non assumono pi{\`u} il solo ruolo di ridurre l’inquinamento delle acque reflue, bens{\`i} quello di valorizzarle, attraverso la possibilit{\`a} di recupero di materia ed energia. In questo contesto, la conoscenza specialistica dei processi, nonch{\'e} la loro corretta gestione, diventa un prerequisito assolutamente essenziale anche per l’attuazione e l’efficientamento delle pratiche di recupero di energia e materia. Pertanto, la corretta gestione degli impianti di depurazione non assume soltanto un ruolo di garanzia nei confronti della salvaguardia dei corpi idrici ricettori, bens{\`i} dell’ambiente in senso lato. Questa memoria pone l’attenzione sulla necessit{\`a} di una corretta progettazione e individuazione delle apparecchiature elettromeccaniche, soprattutto per gli impianti a tecnologia pi{\`u} evoluta, nonch{\'e} di un’adeguata conoscenza delle principali criticit{\`a} che riguardano la gestione degli impianti di depurazione, sia convenzionali (CAS) che avanzati (MBR). In particolare, sono presentate e discusse alcune procedure analitiche, nonch{\'e} specifici parametri non convenzionali utili per il monitoraggio, la conduzione specialistica dei processi biologici. Inoltre, sono brevemente analizzate le principali disfunzioni che possono verificarsi nei processi che si attuano in ciascuno di essi, nonch{\'e} le principali soluzioni per il loro monitoraggio e la loro corretta gestione.",
author = "Michele Torregrossa and Corsino, {Santo Fabio}",
year = "2019",
language = "Italian",
isbn = "978-88-32240-27-6",
booktitle = "Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilit{\`a} del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione",

}

TY - CHAP

T1 - La corretta progettazione e gestione degli impianti, come garanzia di protezione per l’ambiente

AU - Torregrossa, Michele

AU - Corsino, Santo Fabio

PY - 2019

Y1 - 2019

N2 - rappresentano requisiti essenziali per la protezione dell’ambiente. In particolare, la conoscenza dei fenomeni che si instaurano al loro interno, perlopiù di natura biologica, è di fondamentale importanza per la buona riuscita del processo depurativo, sia che si tratti di impianti a tecnologia convenzionale, quali i CAS (Conventional Activated Sludge), o avanzate, quali gli MBR (Membrane BioReactor). Il verificarsi di una disfunzione, a seconda della sua gravità, può comportare il superamento dei limiti previsti per lo scarico per un certo periodo di tempo, causando gravi conseguenze ambientali, nonché un danno economico che deriverebbe sia dall’applicazione di sanzioni amministrative, consumo di reagenti chimici, ecc. Un’approfondita conoscenza dei processi può consentire non solo di trovare adeguate soluzioni per la tempestiva risoluzione dei problemi ma, soprattutto, di poterne prevenire l’insorgenza. Inoltre, tenuto conto della crescente necessità di attuare il virtuoso modello di economia circolare, gli impianti di depurazione non assumono più il solo ruolo di ridurre l’inquinamento delle acque reflue, bensì quello di valorizzarle, attraverso la possibilità di recupero di materia ed energia. In questo contesto, la conoscenza specialistica dei processi, nonché la loro corretta gestione, diventa un prerequisito assolutamente essenziale anche per l’attuazione e l’efficientamento delle pratiche di recupero di energia e materia. Pertanto, la corretta gestione degli impianti di depurazione non assume soltanto un ruolo di garanzia nei confronti della salvaguardia dei corpi idrici ricettori, bensì dell’ambiente in senso lato. Questa memoria pone l’attenzione sulla necessità di una corretta progettazione e individuazione delle apparecchiature elettromeccaniche, soprattutto per gli impianti a tecnologia più evoluta, nonché di un’adeguata conoscenza delle principali criticità che riguardano la gestione degli impianti di depurazione, sia convenzionali (CAS) che avanzati (MBR). In particolare, sono presentate e discusse alcune procedure analitiche, nonché specifici parametri non convenzionali utili per il monitoraggio, la conduzione specialistica dei processi biologici. Inoltre, sono brevemente analizzate le principali disfunzioni che possono verificarsi nei processi che si attuano in ciascuno di essi, nonché le principali soluzioni per il loro monitoraggio e la loro corretta gestione.

AB - rappresentano requisiti essenziali per la protezione dell’ambiente. In particolare, la conoscenza dei fenomeni che si instaurano al loro interno, perlopiù di natura biologica, è di fondamentale importanza per la buona riuscita del processo depurativo, sia che si tratti di impianti a tecnologia convenzionale, quali i CAS (Conventional Activated Sludge), o avanzate, quali gli MBR (Membrane BioReactor). Il verificarsi di una disfunzione, a seconda della sua gravità, può comportare il superamento dei limiti previsti per lo scarico per un certo periodo di tempo, causando gravi conseguenze ambientali, nonché un danno economico che deriverebbe sia dall’applicazione di sanzioni amministrative, consumo di reagenti chimici, ecc. Un’approfondita conoscenza dei processi può consentire non solo di trovare adeguate soluzioni per la tempestiva risoluzione dei problemi ma, soprattutto, di poterne prevenire l’insorgenza. Inoltre, tenuto conto della crescente necessità di attuare il virtuoso modello di economia circolare, gli impianti di depurazione non assumono più il solo ruolo di ridurre l’inquinamento delle acque reflue, bensì quello di valorizzarle, attraverso la possibilità di recupero di materia ed energia. In questo contesto, la conoscenza specialistica dei processi, nonché la loro corretta gestione, diventa un prerequisito assolutamente essenziale anche per l’attuazione e l’efficientamento delle pratiche di recupero di energia e materia. Pertanto, la corretta gestione degli impianti di depurazione non assume soltanto un ruolo di garanzia nei confronti della salvaguardia dei corpi idrici ricettori, bensì dell’ambiente in senso lato. Questa memoria pone l’attenzione sulla necessità di una corretta progettazione e individuazione delle apparecchiature elettromeccaniche, soprattutto per gli impianti a tecnologia più evoluta, nonché di un’adeguata conoscenza delle principali criticità che riguardano la gestione degli impianti di depurazione, sia convenzionali (CAS) che avanzati (MBR). In particolare, sono presentate e discusse alcune procedure analitiche, nonché specifici parametri non convenzionali utili per il monitoraggio, la conduzione specialistica dei processi biologici. Inoltre, sono brevemente analizzate le principali disfunzioni che possono verificarsi nei processi che si attuano in ciascuno di essi, nonché le principali soluzioni per il loro monitoraggio e la loro corretta gestione.

UR - http://hdl.handle.net/10447/381173

M3 - Chapter

SN - 978-88-32240-27-6

BT - Impianti MBR e trattamenti avanzati per la sostenibilità del trattamento delle acque reflue – BioMAc 2019 VIII edizione

ER -