La buona fede in senso oggettivo

Research output: Book/ReportBook

Abstract

[automatically translated] The monograph is an attempt to create a unified treatment of the major forms in Europe of concretization of the general clause of good faith, trying to accomplish a reconciliation to drive aimed at rationalizing the conceptual order. The study investigates all the most important functions of the objective good faith, moving from the traditional ones up to lead to more recent ones, brought to the fore by the European private law is the source of legislation, case law is doctrinal. To the legal meaning, conceptual and unit values ​​believed to identify, the study highlights the forms of investment of good faith deemed correct; those in line with the spirit of this general clause but deemed unfair in their current widespread application, theoretical and practical; and, finally, those considered incorrect instead of itself. The analysis reveals the direct implication of the good faith with some of the main issues that animate the debate of general theory of law and the institutions of the angle of the contract discipline, bonds and liability in tort, as well as with the main dogmatic constructions that make system these disciplines of civil law.
Original languageItalian
PublisherGiappichelli
Number of pages606
Volume54
ISBN (Print)978-88-9215406-3
Publication statusPublished - 2015

Publication series

NameSTUDI DI DIRITTO PRIVATO

Cite this

Piraino, F. (2015). La buona fede in senso oggettivo. (STUDI DI DIRITTO PRIVATO). Giappichelli.

La buona fede in senso oggettivo. / Piraino, Fabrizio.

Giappichelli, 2015. 606 p. (STUDI DI DIRITTO PRIVATO).

Research output: Book/ReportBook

Piraino, F 2015, La buona fede in senso oggettivo. STUDI DI DIRITTO PRIVATO, vol. 54, Giappichelli.
Piraino F. La buona fede in senso oggettivo. Giappichelli, 2015. 606 p. (STUDI DI DIRITTO PRIVATO).
Piraino, Fabrizio. / La buona fede in senso oggettivo. Giappichelli, 2015. 606 p. (STUDI DI DIRITTO PRIVATO).
@book{e1b44e6a82a24a8e8937787c35ca3a6b,
title = "La buona fede in senso oggettivo",
abstract = "La monografia rappresenta il tentativo di realizzare una trattazione unitaria delle principali forme in Europa di concretizzazione della clausola generale di buona fede, cercando di compiere una riconduzione ad unit{\`a} finalizzata ad una razionalizzazione di ordine concettuale. Lo studio investiga tutte le pi{\`u} significative funzioni della buona fede oggettiva, muovendo da quelle tradizionali fino ad approdare a quelle pi{\`u} recenti, portate alla ribalta dal diritto privato europeo di origine sia legislativa, sia giurisprudenziale sia dottrinale. Alla luce del significato normativo, concettuale e valoriale unitario che si {\`e} ritenuto di individuare, lo studio evidenzia le forme di impiego della buona fede reputate corrette; quelle in linea con lo spirito di tale clausola generale ma ritenute scorrette nella loro attuale applicazione diffusa, teorica e pratica; e, infine, quelle giudicate invece scorrette di per s{\'e}. L'analisi svela la diretta implicazione della buona fede con alcune delle principali questioni che animano il dibattito di teoria generale del diritto e con gli istituti angolari della disciplina del contratto, delle obbligazioni e della responsabilit{\`a} aquiliana, nonch{\'e} con le principali costruzioni dogmatiche che mettono a sistema questi ambiti disciplinari del diritto civile.",
keywords = "Contratto, obbligazione, responsabilit{\`a} aquiliana, clausola generale, principi, regole, solidariet{\`a}, funzione integrativa, funzione valutativa, divieto di abuso del diritto, risarcimento del danno, nullit{\`a}, annullamento, clausole abusive, nullit{\`a} di protezione, obblighi di informazione. responsabilit{\`a} precontrattuale, obblighi di protezione.",
author = "Fabrizio Piraino",
year = "2015",
language = "Italian",
isbn = "978-88-9215406-3",
volume = "54",
series = "STUDI DI DIRITTO PRIVATO",
publisher = "Giappichelli",

}

TY - BOOK

T1 - La buona fede in senso oggettivo

AU - Piraino, Fabrizio

PY - 2015

Y1 - 2015

N2 - La monografia rappresenta il tentativo di realizzare una trattazione unitaria delle principali forme in Europa di concretizzazione della clausola generale di buona fede, cercando di compiere una riconduzione ad unità finalizzata ad una razionalizzazione di ordine concettuale. Lo studio investiga tutte le più significative funzioni della buona fede oggettiva, muovendo da quelle tradizionali fino ad approdare a quelle più recenti, portate alla ribalta dal diritto privato europeo di origine sia legislativa, sia giurisprudenziale sia dottrinale. Alla luce del significato normativo, concettuale e valoriale unitario che si è ritenuto di individuare, lo studio evidenzia le forme di impiego della buona fede reputate corrette; quelle in linea con lo spirito di tale clausola generale ma ritenute scorrette nella loro attuale applicazione diffusa, teorica e pratica; e, infine, quelle giudicate invece scorrette di per sé. L'analisi svela la diretta implicazione della buona fede con alcune delle principali questioni che animano il dibattito di teoria generale del diritto e con gli istituti angolari della disciplina del contratto, delle obbligazioni e della responsabilità aquiliana, nonché con le principali costruzioni dogmatiche che mettono a sistema questi ambiti disciplinari del diritto civile.

AB - La monografia rappresenta il tentativo di realizzare una trattazione unitaria delle principali forme in Europa di concretizzazione della clausola generale di buona fede, cercando di compiere una riconduzione ad unità finalizzata ad una razionalizzazione di ordine concettuale. Lo studio investiga tutte le più significative funzioni della buona fede oggettiva, muovendo da quelle tradizionali fino ad approdare a quelle più recenti, portate alla ribalta dal diritto privato europeo di origine sia legislativa, sia giurisprudenziale sia dottrinale. Alla luce del significato normativo, concettuale e valoriale unitario che si è ritenuto di individuare, lo studio evidenzia le forme di impiego della buona fede reputate corrette; quelle in linea con lo spirito di tale clausola generale ma ritenute scorrette nella loro attuale applicazione diffusa, teorica e pratica; e, infine, quelle giudicate invece scorrette di per sé. L'analisi svela la diretta implicazione della buona fede con alcune delle principali questioni che animano il dibattito di teoria generale del diritto e con gli istituti angolari della disciplina del contratto, delle obbligazioni e della responsabilità aquiliana, nonché con le principali costruzioni dogmatiche che mettono a sistema questi ambiti disciplinari del diritto civile.

KW - Contratto, obbligazione, responsabilità aquiliana, clausola generale, principi, regole, solidarietà, funzione integrativa, funzione valutativa, divieto di abuso del diritto, risarcimento del danno, nullità, annullamento, clausole abusive, nullità di prote

UR - http://hdl.handle.net/10447/150676

M3 - Book

SN - 978-88-9215406-3

VL - 54

T3 - STUDI DI DIRITTO PRIVATO

BT - La buona fede in senso oggettivo

PB - Giappichelli

ER -