Introduzione a: Prospettive sulla metafisica.

Research output: Other contribution

Abstract

La diversità di orientamenti e la pluralità di intenti che emergono dai contributi raccolti dimostra ancora una volta come il “Giornale di metafisica” sia un luogo di dibattito e di confronto franco e aperto tra gli studiosi. Ma una simile eterogeneità è anche significativa di un tratto distintivo della ricerca filosofica orientata dal peculiare movimento di un pensiero che, in ogni tentativo di oltrepassamento, fa i conti con l’ineludibilità di un domandare fondamentale, con l’impossibilità di lasciarsi alle spalle la disposizione naturale dell’uomo a porre le domande fondamentali della filosofia: una disposizione che non viene meno di certo né di fronte ai dubbi sul carattere aporetico degli interrogativi filosofici né di fronte alle accuse di insensatezza semantica intorno a ciò di cui non si vuole né si può dimostrare l’esistenza ma intorno a cui non si può neanche smettere di domandare.
Original languageItalian
Number of pages4
Publication statusPublished - 2016

Cite this

Introduzione a: Prospettive sulla metafisica. / Agnello, Chiara.

4 p. 2016.

Research output: Other contribution

@misc{059200d468b44c17ab96b3adde7fb922,
title = "Introduzione a: Prospettive sulla metafisica.",
abstract = "La diversit{\`a} di orientamenti e la pluralit{\`a} di intenti che emergono dai contributi raccolti dimostra ancora una volta come il “Giornale di metafisica” sia un luogo di dibattito e di confronto franco e aperto tra gli studiosi. Ma una simile eterogeneit{\`a} {\`e} anche significativa di un tratto distintivo della ricerca filosofica orientata dal peculiare movimento di un pensiero che, in ogni tentativo di oltrepassamento, fa i conti con l’ineludibilit{\`a} di un domandare fondamentale, con l’impossibilit{\`a} di lasciarsi alle spalle la disposizione naturale dell’uomo a porre le domande fondamentali della filosofia: una disposizione che non viene meno di certo n{\'e} di fronte ai dubbi sul carattere aporetico degli interrogativi filosofici n{\'e} di fronte alle accuse di insensatezza semantica intorno a ci{\`o} di cui non si vuole n{\'e} si pu{\`o} dimostrare l’esistenza ma intorno a cui non si pu{\`o} neanche smettere di domandare.",
author = "Chiara Agnello",
year = "2016",
language = "Italian",
isbn = "978-88-372-3091-3",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Introduzione a: Prospettive sulla metafisica.

AU - Agnello, Chiara

PY - 2016

Y1 - 2016

N2 - La diversità di orientamenti e la pluralità di intenti che emergono dai contributi raccolti dimostra ancora una volta come il “Giornale di metafisica” sia un luogo di dibattito e di confronto franco e aperto tra gli studiosi. Ma una simile eterogeneità è anche significativa di un tratto distintivo della ricerca filosofica orientata dal peculiare movimento di un pensiero che, in ogni tentativo di oltrepassamento, fa i conti con l’ineludibilità di un domandare fondamentale, con l’impossibilità di lasciarsi alle spalle la disposizione naturale dell’uomo a porre le domande fondamentali della filosofia: una disposizione che non viene meno di certo né di fronte ai dubbi sul carattere aporetico degli interrogativi filosofici né di fronte alle accuse di insensatezza semantica intorno a ciò di cui non si vuole né si può dimostrare l’esistenza ma intorno a cui non si può neanche smettere di domandare.

AB - La diversità di orientamenti e la pluralità di intenti che emergono dai contributi raccolti dimostra ancora una volta come il “Giornale di metafisica” sia un luogo di dibattito e di confronto franco e aperto tra gli studiosi. Ma una simile eterogeneità è anche significativa di un tratto distintivo della ricerca filosofica orientata dal peculiare movimento di un pensiero che, in ogni tentativo di oltrepassamento, fa i conti con l’ineludibilità di un domandare fondamentale, con l’impossibilità di lasciarsi alle spalle la disposizione naturale dell’uomo a porre le domande fondamentali della filosofia: una disposizione che non viene meno di certo né di fronte ai dubbi sul carattere aporetico degli interrogativi filosofici né di fronte alle accuse di insensatezza semantica intorno a ciò di cui non si vuole né si può dimostrare l’esistenza ma intorno a cui non si può neanche smettere di domandare.

UR - http://hdl.handle.net/10447/240862

M3 - Other contribution

SN - 978-88-372-3091-3

ER -