Impasse relazionale e solipsismo in "Con gli occhi chiusi" e altri saggi tozziani

Research output: Book/ReportBook

Abstract

[automatically translated] The book gives an account of a long work attendance of Federigo Tozzi (1883-1920), read in the light of that investigative perspective, especially by Aldo Rossi and Marco Marchi studies on, it favored the reconstruction of cultural education the Sienese writer and the identification of its scientific culture, not superficial, having as reference balance the thought of the American psychologist William James. It was our wish to follow this analytical Directive for better exegesis of tozziani texts taken into consideration, especially with eyes closed, and then, without compromising them or to them overlap. The first study analyzes the significant presence of William James and Henri Bergson in the work of Tuscan writer; while the second work explores the perceptual expressionism and formal innovations that characterize the narrative of the author of Siena and above With eyes closed. Of this novel, the latest essay proposes a reading that tends to point out that the size of the lack of communication and misunderstanding produces relational impasse manifested in the progressive and increasingly absolute solipsism of the characters of the story, with the consequent 'blindness' of the subjects in respect of their fellows.
Original languageItalian
PublisherSalvatore Sciascia
Number of pages109
ISBN (Print)88-8241-353-8
Publication statusPublished - 2010

Publication series

NameTALEA

Cite this

Impasse relazionale e solipsismo in "Con gli occhi chiusi" e altri saggi tozziani. / Saja, Giuseppe.

Salvatore Sciascia, 2010. 109 p. (TALEA).

Research output: Book/ReportBook

@book{69dd3366a5f54c549cb3abe074c63193,
title = "Impasse relazionale e solipsismo in {"}Con gli occhi chiusi{"} e altri saggi tozziani",
abstract = "Il volume d{\`a} conto di una lunga frequentazione dell’opera di Federigo Tozzi (1883-1920), letta alla luce di quella prospettiva d’indagine che, soprattutto dagli studi di Aldo Rossi e Marco Marchi in poi, ha privilegiato la ricostruzione della formazione culturale dello scrittore senese e l’individuazione della sua non superficiale cultura scientifica, avente come saldo riferimento il pensiero dello psicologo americano William James. Si {\`e} voluta seguire tale direttiva d’analisi per una migliore esegesi dei testi tozziani presi in considerazione, in particolare Con gli occhi chiusi, e dunque senza prescindere da essi o ad essi sovrapporsi. Il primo studio analizza le significative presenze di William James e di Henri Bergson nell’opera dello scrittore toscano; mentre il secondo lavoro indaga l’espressionismo percettivo e le innovazioni formali caratterizzanti la narrativa dell’autore di Siena e soprattutto Con gli occhi chiusi. Di questo romanzo, l’ultimo saggio propone una lettura tendente a rilevare come la dimensione di incomunicabilit{\`a} e di incomprensione produca un’impasse relazionale che si manifesta nel progressivo e sempre pi{\`u} assoluto solipsismo dei personaggi della vicenda, con la conseguente ‘cecit{\`a}’ dei soggetti nei confronti dei propri simili.",
keywords = "Tozzi Federigo, William James",
author = "Giuseppe Saja",
year = "2010",
language = "Italian",
isbn = "88-8241-353-8",
series = "TALEA",
publisher = "Salvatore Sciascia",

}

TY - BOOK

T1 - Impasse relazionale e solipsismo in "Con gli occhi chiusi" e altri saggi tozziani

AU - Saja, Giuseppe

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - Il volume dà conto di una lunga frequentazione dell’opera di Federigo Tozzi (1883-1920), letta alla luce di quella prospettiva d’indagine che, soprattutto dagli studi di Aldo Rossi e Marco Marchi in poi, ha privilegiato la ricostruzione della formazione culturale dello scrittore senese e l’individuazione della sua non superficiale cultura scientifica, avente come saldo riferimento il pensiero dello psicologo americano William James. Si è voluta seguire tale direttiva d’analisi per una migliore esegesi dei testi tozziani presi in considerazione, in particolare Con gli occhi chiusi, e dunque senza prescindere da essi o ad essi sovrapporsi. Il primo studio analizza le significative presenze di William James e di Henri Bergson nell’opera dello scrittore toscano; mentre il secondo lavoro indaga l’espressionismo percettivo e le innovazioni formali caratterizzanti la narrativa dell’autore di Siena e soprattutto Con gli occhi chiusi. Di questo romanzo, l’ultimo saggio propone una lettura tendente a rilevare come la dimensione di incomunicabilità e di incomprensione produca un’impasse relazionale che si manifesta nel progressivo e sempre più assoluto solipsismo dei personaggi della vicenda, con la conseguente ‘cecità’ dei soggetti nei confronti dei propri simili.

AB - Il volume dà conto di una lunga frequentazione dell’opera di Federigo Tozzi (1883-1920), letta alla luce di quella prospettiva d’indagine che, soprattutto dagli studi di Aldo Rossi e Marco Marchi in poi, ha privilegiato la ricostruzione della formazione culturale dello scrittore senese e l’individuazione della sua non superficiale cultura scientifica, avente come saldo riferimento il pensiero dello psicologo americano William James. Si è voluta seguire tale direttiva d’analisi per una migliore esegesi dei testi tozziani presi in considerazione, in particolare Con gli occhi chiusi, e dunque senza prescindere da essi o ad essi sovrapporsi. Il primo studio analizza le significative presenze di William James e di Henri Bergson nell’opera dello scrittore toscano; mentre il secondo lavoro indaga l’espressionismo percettivo e le innovazioni formali caratterizzanti la narrativa dell’autore di Siena e soprattutto Con gli occhi chiusi. Di questo romanzo, l’ultimo saggio propone una lettura tendente a rilevare come la dimensione di incomunicabilità e di incomprensione produca un’impasse relazionale che si manifesta nel progressivo e sempre più assoluto solipsismo dei personaggi della vicenda, con la conseguente ‘cecità’ dei soggetti nei confronti dei propri simili.

KW - Tozzi Federigo, William James

UR - http://hdl.handle.net/10447/53061

M3 - Book

SN - 88-8241-353-8

T3 - TALEA

BT - Impasse relazionale e solipsismo in "Con gli occhi chiusi" e altri saggi tozziani

PB - Salvatore Sciascia

ER -