Il rilievo del sistema della cava, delle stanze e della concimaia

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il rialzo di perriera che, con un dislivello di circa sei metri, definisce il confine fisico tra lacittadella universitaria e l’area libera sulla quale si attesta a Nord-Ovest l’alto sbarramentoedificato di Corso Pisani è certamente uno dei luoghi più emblematici che informano ilpaesaggio della Fossa della Garofala. La presenza della cava/grotta e di una piccola edoriginale architettura in ferro - copertura della cosiddetta concimaia - arricchisce disignificati espliciti e simbolici questo margine interno alla città che rappresenta unadiscontinuità nel tessuto urbano ed un’inaspettata oasi, artificialmente naturale, di pace etranquillità. Si deve, probabilmente, a Carlo Giachery la riconfigurazione – a metàdell’Ottocento - del complesso sistema spaziale costituito dalla cava/grotta con corridoi apettine, dallo spazio concluso circolare e a cielo aperto, dalle "stanze" che si affacciano suquest’ultimo e dalla tettoia circolare in ferro.
Original languageItalian
Title of host publicationLetture parallele : l'architettura, il paesaggio e il racconto delle arti
Pages122-127
Number of pages6
Publication statusPublished - 2020

Cite this