Il progetto al centro

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Spesso la parola paesaggio è associata un po’ a tutto. La genericità rende evanescente qualunque caratteristica messa a fuoco; anzi dire che tutto è paesaggio, equivale a dire che niente è paesaggio. In ogni caso, tale evidente genericità equivarrebbe a dire che qualsiasi progetto ha come obiettivo la costruzione di relazioni fra le cose. In realtà è vero il contrario, perché è complessivamente molto più elevato il numero di progetti e di realizzazioni, che sembrano compiacersi di una assoluta distanza dal luogo, facendo dell’atopia un orizzonte da raggiungere rispetto a quelli che tentano di interpretare, seppure criticamente, i rapporti con il contesto. Insomma, è nettamente prevalente quell‘approccio che, con una parola consunta, si definisce autoreferenziale rispetto a quello che può iscriversi nell’ambito del paesaggio. Per evitare imprecisioni nelle definizioni è necessario riferirsi costantemente al progetto. Riportare il progetto, e non solo il paesaggio, al centro evita dei fraintendimenti e traduce con immediatezza quale è stata la volontà, l‘indirizzo culturale, del loro autore.
Original languageItalian
Title of host publicationIl paesaggio al centro. Integrazione tra discipline
Pages527-529
Number of pages3
Publication statusPublished - 2017

Publication series

NameALLELI/RESEARCH

Cite this