Il procedimento di sorveglianza

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

[automatically translated] The aid after having outlined the development routes that, by the prison reform of 1975, led to the current structure, illustrates the systematic surveillance of the probing process the type specimen provided by art. 678 cpp, pin discipline (establishment of the proceedings, the Chamber hearing, the participation of the defender, concerned intervention, audit trails, decision, actionable) and finally devoting space to atypical models, among which the ritual related to the events of the security measures .
Original languageItalian
Title of host publicationManuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione
Pages269-304
Number of pages36
Publication statusPublished - 2011

Cite this

Di Chiara, G. (2011). Il procedimento di sorveglianza. In Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione (pp. 269-304)

Il procedimento di sorveglianza. / Di Chiara, Giuseppe.

Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione. 2011. p. 269-304.

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Di Chiara, G 2011, Il procedimento di sorveglianza. in Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione. pp. 269-304.
Di Chiara G. Il procedimento di sorveglianza. In Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione. 2011. p. 269-304
Di Chiara, Giuseppe. / Il procedimento di sorveglianza. Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione. 2011. pp. 269-304
@inbook{d6c8f333d20d4a3daeb939ec8a0b2979,
title = "Il procedimento di sorveglianza",
abstract = "Il contributo, dopo aver ripercorso gli itinerari di sviluppo che, dalla riforma penitenziaria del 1975, hanno condotto agli assetti attuali, illustra la sistematica del procedimento di sorveglianza scandagliando il modello tipo previsto dall'art. 678 c.p.p., perno della disciplina (instaurazione del procedimento, udienza camerale, partecipazione del difensore, intervento dell'interessato, percorsi probatori, decisione, impugnabilit{\`a}) e dedicando infine spazio ai modelli atipici, tra cui spicca il rito relativo alle vicende delle misure di sicurezza.",
keywords = "Diritto penitenziario, procedimento di sorveglianza",
author = "{Di Chiara}, Giuseppe",
year = "2011",
language = "Italian",
isbn = "9788865210406",
pages = "269--304",
booktitle = "Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione",

}

TY - CHAP

T1 - Il procedimento di sorveglianza

AU - Di Chiara, Giuseppe

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - Il contributo, dopo aver ripercorso gli itinerari di sviluppo che, dalla riforma penitenziaria del 1975, hanno condotto agli assetti attuali, illustra la sistematica del procedimento di sorveglianza scandagliando il modello tipo previsto dall'art. 678 c.p.p., perno della disciplina (instaurazione del procedimento, udienza camerale, partecipazione del difensore, intervento dell'interessato, percorsi probatori, decisione, impugnabilità) e dedicando infine spazio ai modelli atipici, tra cui spicca il rito relativo alle vicende delle misure di sicurezza.

AB - Il contributo, dopo aver ripercorso gli itinerari di sviluppo che, dalla riforma penitenziaria del 1975, hanno condotto agli assetti attuali, illustra la sistematica del procedimento di sorveglianza scandagliando il modello tipo previsto dall'art. 678 c.p.p., perno della disciplina (instaurazione del procedimento, udienza camerale, partecipazione del difensore, intervento dell'interessato, percorsi probatori, decisione, impugnabilità) e dedicando infine spazio ai modelli atipici, tra cui spicca il rito relativo alle vicende delle misure di sicurezza.

KW - Diritto penitenziario, procedimento di sorveglianza

UR - http://hdl.handle.net/10447/53430

M3 - Chapter

SN - 9788865210406

SP - 269

EP - 304

BT - Manuale della esecuzione penitenziaria, 4a edizione

ER -