Il portico meridionale della Cattedrale di Palermo : corrispondenze geometriche tra decorazione e architettura

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Negli ultimi venti anni si sono diffusi, prima nei centri di ricerca e poi in modo più capillare, scanner tridimensionali e procedure fotogrammetriche capaci di generare simulacri digitali tridimensionali di manufatti. L’uso di strumenti digitali per il rilievo e la rappresentazione di opere d’arte e di architettura ha profondamente trasformato procedure e metodi storicamente consolidati e al contempo ha offerto nuove possibilità di indagine.La possibilità di misurare e sezionare, nello spazio virtuale dei software di rappresentazione, avatar digitali che documentano in modo dettagliato la morfologia e le qualità cromatiche di un artefatto, ha aperto nuove prospettive alle indagini sulle matrici geometriche del progetto decorativo e del progetto di architettura.Tali indagini offrono utili elementi di conoscenza, in particolare nello studio di quelle opere d’arte e di architettura caratterizzate da un progetto fondato su costruzioni geometriche.
Original languageItalian
Title of host publicationQuando l’ornamento non è delitto : la decorazione in Sicilia dal tardogotico al Novecento
Pages33-44
Number of pages12
Publication statusPublished - 2020

Cite this