Il multiculturalismo e le accuse di essenzialismo: teorie, politiche, ethos

Kymlicka, W

Research output: Other contribution

Abstract

[automatically translated] For several critical liberal multiculturalism implies the essentialism of identities and practices of minorities. This is a common objection among those who have previously expressed sympathy for multiculturalism. The question is of course important. But my argument is that the debate around essentialism does not hit the mark. Firstly because the charges of essentialism addressed to multiculturalism end up confusing a number of potential targets, jumping by critics of the liberal multiculturalism theories, criticism of multicultural government policies, criticism of topics and current attitudes regarding ethnic differences. I think it is necessary to distinguish precisely between different objectives and that, once that is done, it can be shown how these criticisms may be less harmful to liberal multiculturalism than was originally thought. I open this work with a clarification of what I mean by liberal multiculturalism and how it works in theory and practice. Having done this, I consider the criticism essentialism and analyze the ways in which this relates to the theory and practice of liberal multiculturalism.
Original languageItalian
Publication statusPublished - 2011

Cite this

Il multiculturalismo e le accuse di essenzialismo: teorie, politiche, ethos. / Kymlicka, W.

2011, .

Research output: Other contribution

@misc{75f8a24eccff48a6a6824063f5981ae4,
title = "Il multiculturalismo e le accuse di essenzialismo: teorie, politiche, ethos",
abstract = "Per diversi critici il multiculturalismo liberale implica l'essenzializzazione delle identit{\`a} e delle pratiche delle minoranze. Si tratta di una obiezione diffusa anche tra coloro i quali in precedenza hanno espresso simpatia per il multiculturalismo. La questione {\`e} senza dubbio importante. Ma la mia tesi {\`e} che il dibattito attorno all'essenzialismo non colpisce nel segno. In primo luogo perch{\'e} le accuse di essenzialismo rivolte al multiculturalismo finiscono per confondere diversi obiettivi potenziali, saltando dalla critica di teorie del multiculturalismo liberale, alla critica di politiche governative multiculturali, alla critica di argomenti e attitudini correnti riguardanti le differenze etniche. Ritengo sia necessario distinguere in modo preciso tra obiettivi distinti e che, una volta fatto ci{\`o}, sia possibile dimostrare come queste critiche possano rivelarsi meno dannose per il multiculturalismo liberale di quanto si era pensato inizialmente. Apro questo lavoro con una chiarificazione su ci{\`o} che io intendo con multiculturalismo liberale e su come questo opera a livello teorico e a livello pratico. Fatto ci{\`o}, considero la critica di essenzialismo ed analizzo i modi in cui questa si relaziona con la teoria e con la pratica del multiculturalismo liberale.",
keywords = "multiculturalismo, essenzialismo, diritti di gruppo, identit{\`a} culturale",
author = "{Kymlicka, W} and Antonino Palumbo",
year = "2011",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Il multiculturalismo e le accuse di essenzialismo: teorie, politiche, ethos

AU - Kymlicka, W

AU - Palumbo, Antonino

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - Per diversi critici il multiculturalismo liberale implica l'essenzializzazione delle identità e delle pratiche delle minoranze. Si tratta di una obiezione diffusa anche tra coloro i quali in precedenza hanno espresso simpatia per il multiculturalismo. La questione è senza dubbio importante. Ma la mia tesi è che il dibattito attorno all'essenzialismo non colpisce nel segno. In primo luogo perché le accuse di essenzialismo rivolte al multiculturalismo finiscono per confondere diversi obiettivi potenziali, saltando dalla critica di teorie del multiculturalismo liberale, alla critica di politiche governative multiculturali, alla critica di argomenti e attitudini correnti riguardanti le differenze etniche. Ritengo sia necessario distinguere in modo preciso tra obiettivi distinti e che, una volta fatto ciò, sia possibile dimostrare come queste critiche possano rivelarsi meno dannose per il multiculturalismo liberale di quanto si era pensato inizialmente. Apro questo lavoro con una chiarificazione su ciò che io intendo con multiculturalismo liberale e su come questo opera a livello teorico e a livello pratico. Fatto ciò, considero la critica di essenzialismo ed analizzo i modi in cui questa si relaziona con la teoria e con la pratica del multiculturalismo liberale.

AB - Per diversi critici il multiculturalismo liberale implica l'essenzializzazione delle identità e delle pratiche delle minoranze. Si tratta di una obiezione diffusa anche tra coloro i quali in precedenza hanno espresso simpatia per il multiculturalismo. La questione è senza dubbio importante. Ma la mia tesi è che il dibattito attorno all'essenzialismo non colpisce nel segno. In primo luogo perché le accuse di essenzialismo rivolte al multiculturalismo finiscono per confondere diversi obiettivi potenziali, saltando dalla critica di teorie del multiculturalismo liberale, alla critica di politiche governative multiculturali, alla critica di argomenti e attitudini correnti riguardanti le differenze etniche. Ritengo sia necessario distinguere in modo preciso tra obiettivi distinti e che, una volta fatto ciò, sia possibile dimostrare come queste critiche possano rivelarsi meno dannose per il multiculturalismo liberale di quanto si era pensato inizialmente. Apro questo lavoro con una chiarificazione su ciò che io intendo con multiculturalismo liberale e su come questo opera a livello teorico e a livello pratico. Fatto ciò, considero la critica di essenzialismo ed analizzo i modi in cui questa si relaziona con la teoria e con la pratica del multiculturalismo liberale.

KW - multiculturalismo, essenzialismo, diritti di gruppo, identità culturale

UR - http://hdl.handle.net/10447/61657

M3 - Other contribution

ER -