Il Microbiota delle piante, ovvero le piante hanno bisogno dei microrganismi

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Le relazioni tra le piante e i fattori ambientali (il clima, i nutrienti, l’acqua, la composizione del suolo, etc) sono da tempo ampiamente studiate. Resta invece ancora molto da capire sul ruolo che la componente biologica del suolo (ci sono oltre cento milioni di cellule microbiche in un grammo di suolo!) ha sullo sviluppo e la salute delle piante. Nella rizosfera soprattutto (la porzione di suolo influenzata dalla presenza di radici), gli essudati radicali favoriscono lo sviluppo di microrganismi (batteri, funghi, protozoi, virus) che interagiscono con le radici e con il suolo nell’influenzare i processi di trasformazione ed assorbimento dei nutrienti, la crescita della pianta e le infezioni da parte di microrganismi patogeni. L’interazione suolo-pianta non è quindi diretta ma mediata dalla presenza di microrganismi che con la loro attività metabolica modulano lo sviluppo dei semi e la crescita della plantula, modificano la morfologia delle radici, interagiscono con la fisiologia e la biochimica della pianta e influenzano la disponibilità e l’assorbimento dei nutrienti.
Original languageItalian
Title of host publicationAgricoltura slow
Pages134-136
Number of pages3
Publication statusPublished - 2017

Cite this