Il foaming nei sistemi MBR: misure e valutazioni in-situ

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Nonostante la tecnologia MBR mostri un grande trend di crescita nel numero di applicazioni in piena scala, rimane ancora poco studiato il fenomeno della formazione di schiume all’interno dei reattori biologici che può provocare non pochi problemi gestionali degli impianti. Quest’aspetto fa sì che il fenomeno è oggi di crescente interesse scientifico, anche a seguito d’ipotesi secondo cui i fenomeni di foaming e fouling potrebbero reciprocamente influenzarsi, considerando i fattori comuni di influenza (EPS, microrganismi filamentosi idrofobici, fisiologia del fango). A tal riguardo viene anche mostrato che la ricerca scientifica condotta in Italia sull’argomento è molto ben avviata, stante l’elevata incidenza percentuale del numero di pubblicazioni prodotte rispetto a quello complessivo su scala mondiale. Infine, in questo capitolo sono analizzati le possibili cause del fenomeno e i metodi per valutarne l’entità, a fenomeno avvenuto, o da usare a scopo previsionale. Inoltre, è riportato un particolare caso di studio concernente l’esercizio di un impianto pilota IA-MBR (Intermittent Aeration Membrane BioReactor) in cui, mediante una specifica analisi del foaming determinatosi, è stato possibile accertare il contestuale ruolo delle sostanze polimeriche extracellulari (EPS) e dei microrganismi filamentosi idrofobici nella formazione della schiuma
Original languageItalian
Title of host publicationBioreattori a membrana (MBR) per il trattamento delle acque reflue
Pages107-132
Number of pages26
Publication statusPublished - 2017

Cite this

Torregrossa, M. (2017). Il foaming nei sistemi MBR: misure e valutazioni in-situ. In Bioreattori a membrana (MBR) per il trattamento delle acque reflue (pp. 107-132)