Il contributo peritale e il ruolo dell’esperto

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il contributo esplora le problematiche poste dalla metabolizzazione della prova scientifica nell’accertamento penale della responsabilità per colpa medica, alla luce del quadro complessivo ridisegnato dalla l. n. 24 del 2017 (c.d. legge “Gelli-Bianco”): ripercorsi gli sviluppi giurisprudenziali in tema di metodologie di elaborazione della prova scientifica, ci si sofferma sul ruolo delle linee guida e delle buone pratiche clinico-assistenziali e sul controllo, in sede giudiziaria, del giudizio di adeguatezza esercitato dal sanitario nel caso clinico sottoposto al suo esame; sono, quindi, approfondite le metodiche attraverso le quali il giudice penale si interfaccia al sapere dell’esperto e, dunque, ai compiti svolti dal collegio peritale nei processi per responsabilità da colpa medica, individuando risorse e limiti del controllo giudiziale in materia attraverso la valorizzazione del c.d. contraddittorio sulla scienza; si approfondiscono, infine, i profili ordinamentali concernenti la tenuta e l’aggiornamento degli albi giudiziari dei periti e dei consulenti tecnici esercenti professioni sanitarie.
Original languageItalian
Title of host publicationLa responsabilità penale nelle professioni sanitarie
Pages245-270
Number of pages26
Publication statusPublished - 2019

Cite this

Di Chiara, G. (2019). Il contributo peritale e il ruolo dell’esperto. In La responsabilità penale nelle professioni sanitarie (pp. 245-270)