I licenziamenti nel contesto della liquidazione giudiziale

Research output: Contribution to journalArticle

Abstract

Nella legge fallimentare (r.d. n. 267/1942), nessuna disposizione si rivolgeva espressamenteai contratti di lavoro ancora in corso di esecuzione. Sicché ai licenziamenti «causati» da unfallimento sono state applicate le regole lavoristiche, «adattate», con non poche forzature, allafattispecie del fallimento. Il Codice della crisi e dell’insolvenza (d.lgs. n. 14/2019), che sostituisce il fallimento con una nuova procedura concorsuale, introduce, per la prima volta, unadisposizione (l’art. 189) dedicata ai rapporti di lavoro coinvolti da una liquidazione giudiziale. Il saggio analizza le regole che disciplinano le diverse forme di risoluzione dei contrattidi lavoro – recesso del curatore, risoluzione automatica e licenziamenti collettivi – mettendoin evidenza gli aspetti che, nonostante la novella, presentano ancora profili di criticità.
Original languageItalian
Pages (from-to)604-621
Number of pages18
JournalRIVISTA GIURIDICA DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
Volume70
Publication statusPublished - 2019

Cite this