I FRAMEWORK DISCIPLINARI PER LE COMPETENZE DI BASE Uno studio in prospettiva inclusiva

Research output: Contribution to journalArticle

Abstract

Il presente studio prende le mosse da riflessioni svolte sui modi di definizione delle competenze disciplinari minime, funzionali alla costruzione di percorsi di didattica inclusiva. La mancanza di criteri e parametri condivisi nella sotto-segmentazione delle competenze di base ed una terminologia spesso opaca hanno indotto ad una lettura intensiva dei testi di riferimento, normativi e non, incentrati sulla delineazione delle competenze per l’integrazione degli alunni con disabilità. In questa prospettiva, uno spunto utile è fornito dal Common European Framework of Reference per le lingue (CEFR). Il documento costituisce un valido esempio di sistematizzazione dei modi di descrivere la competenza disciplinare mediante batterie di parametri, livelli e descrittori in grado di facilitare l’esplicitazione dei gradi della competenza. A seguito di tali considerazioni, si è ipotizzata la realizzazione di alcune linee guida per la costruzione di Framework disciplinari inclusivi, per la scomposizione delle competenze disciplinari in competenze minime mediante una sequenza di step operativi quali la costituzione di gruppi di lavoro con mansioni distinte, la determinazione di alcuni principi di base, l’enunciazione dei descrittori della competenza (a partire dall’osservazione e dalla valutazione delle prestazioni connesse alla competenza stessa), la formulazione dei descrittori, dei parametri e delle fasce di livello, e, infine, il lavoro del team docente.
Original languageItalian
Pages (from-to)274-288
Number of pages15
JournalGIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA
Publication statusPublished - 2014

Cite this

@article{11a0dd96c45c4c0a97ab0559ac59746f,
title = "I FRAMEWORK DISCIPLINARI PER LE COMPETENZE DI BASE Uno studio in prospettiva inclusiva",
abstract = "Il presente studio prende le mosse da riflessioni svolte sui modi di definizione delle competenze disciplinari minime, funzionali alla costruzione di percorsi di didattica inclusiva. La mancanza di criteri e parametri condivisi nella sotto-segmentazione delle competenze di base ed una terminologia spesso opaca hanno indotto ad una lettura intensiva dei testi di riferimento, normativi e non, incentrati sulla delineazione delle competenze per l’integrazione degli alunni con disabilit{\`a}. In questa prospettiva, uno spunto utile {\`e} fornito dal Common European Framework of Reference per le lingue (CEFR). Il documento costituisce un valido esempio di sistematizzazione dei modi di descrivere la competenza disciplinare mediante batterie di parametri, livelli e descrittori in grado di facilitare l’esplicitazione dei gradi della competenza. A seguito di tali considerazioni, si {\`e} ipotizzata la realizzazione di alcune linee guida per la costruzione di Framework disciplinari inclusivi, per la scomposizione delle competenze disciplinari in competenze minime mediante una sequenza di step operativi quali la costituzione di gruppi di lavoro con mansioni distinte, la determinazione di alcuni principi di base, l’enunciazione dei descrittori della competenza (a partire dall’osservazione e dalla valutazione delle prestazioni connesse alla competenza stessa), la formulazione dei descrittori, dei parametri e delle fasce di livello, e, infine, il lavoro del team docente.",
keywords = "educazione inclusiva, competenze disciplinari, competenze di base, insegnante di sostegno, insegnante curriculare, Framework.",
author = "Giuseppa Compagno",
year = "2014",
language = "Italian",
pages = "274--288",
journal = "GIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA",
issn = "2038-9736",

}

TY - JOUR

T1 - I FRAMEWORK DISCIPLINARI PER LE COMPETENZE DI BASE Uno studio in prospettiva inclusiva

AU - Compagno, Giuseppa

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - Il presente studio prende le mosse da riflessioni svolte sui modi di definizione delle competenze disciplinari minime, funzionali alla costruzione di percorsi di didattica inclusiva. La mancanza di criteri e parametri condivisi nella sotto-segmentazione delle competenze di base ed una terminologia spesso opaca hanno indotto ad una lettura intensiva dei testi di riferimento, normativi e non, incentrati sulla delineazione delle competenze per l’integrazione degli alunni con disabilità. In questa prospettiva, uno spunto utile è fornito dal Common European Framework of Reference per le lingue (CEFR). Il documento costituisce un valido esempio di sistematizzazione dei modi di descrivere la competenza disciplinare mediante batterie di parametri, livelli e descrittori in grado di facilitare l’esplicitazione dei gradi della competenza. A seguito di tali considerazioni, si è ipotizzata la realizzazione di alcune linee guida per la costruzione di Framework disciplinari inclusivi, per la scomposizione delle competenze disciplinari in competenze minime mediante una sequenza di step operativi quali la costituzione di gruppi di lavoro con mansioni distinte, la determinazione di alcuni principi di base, l’enunciazione dei descrittori della competenza (a partire dall’osservazione e dalla valutazione delle prestazioni connesse alla competenza stessa), la formulazione dei descrittori, dei parametri e delle fasce di livello, e, infine, il lavoro del team docente.

AB - Il presente studio prende le mosse da riflessioni svolte sui modi di definizione delle competenze disciplinari minime, funzionali alla costruzione di percorsi di didattica inclusiva. La mancanza di criteri e parametri condivisi nella sotto-segmentazione delle competenze di base ed una terminologia spesso opaca hanno indotto ad una lettura intensiva dei testi di riferimento, normativi e non, incentrati sulla delineazione delle competenze per l’integrazione degli alunni con disabilità. In questa prospettiva, uno spunto utile è fornito dal Common European Framework of Reference per le lingue (CEFR). Il documento costituisce un valido esempio di sistematizzazione dei modi di descrivere la competenza disciplinare mediante batterie di parametri, livelli e descrittori in grado di facilitare l’esplicitazione dei gradi della competenza. A seguito di tali considerazioni, si è ipotizzata la realizzazione di alcune linee guida per la costruzione di Framework disciplinari inclusivi, per la scomposizione delle competenze disciplinari in competenze minime mediante una sequenza di step operativi quali la costituzione di gruppi di lavoro con mansioni distinte, la determinazione di alcuni principi di base, l’enunciazione dei descrittori della competenza (a partire dall’osservazione e dalla valutazione delle prestazioni connesse alla competenza stessa), la formulazione dei descrittori, dei parametri e delle fasce di livello, e, infine, il lavoro del team docente.

KW - educazione inclusiva, competenze disciplinari, competenze di base, insegnante di sostegno, insegnante curriculare, Framework.

UR - http://hdl.handle.net/10447/234351

M3 - Article

SP - 274

EP - 288

JO - GIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA

JF - GIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA

SN - 2038-9736

ER -