Del fantastico architettonico

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingForeword/postscript

Abstract

L’interesse di Caillois per il fantastico è stato declinato nella sua opera in moltissime varianti: da quello piùtradizionale dell’arte e della letteratura a quello del mondo animale e minerale, fino a quello urbano La mitologia della città di Parigi ritorna con forza maggiore nelle due tarde opere cailloisiane, Petit guide du XVe arrondissement àl’usage des fantomes (1977) e Apprentissage de Paris (1978), nella forma di una scrittura non più meramentesaggistica ma romanzesca e/o autobiografica. L’architettura destinata ad accogliere i fantasmi è dunque espressione del fantastico architettonico, per i suoi oggetti, per la sua modalità di presentazione e per lo sguardo che su di essa vi esercita l’autore.
Original languageItalian
Title of host publicationPARIGI. UN APPRENDISTATO
Pages97-121
Number of pages25
Publication statusPublished - 2012

Cite this