Alcuni disegni e incisioni di architettura e ornato al tempo dei Serpotta

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingOther chapter contribution

Abstract

Gli elaborati presentati - e schedati in questa occasione - sono il risultato di una selezione riferita a disegni e incisioni di architettura e ornato che testimoniano l’ambiente culturale e professionale di Palermo entro cui si svolge anche l’attività dei Serpotta. Molti di questi grafici appartengono al corpus di Giacomo Amato custodito a Palazzo Abatellis. Si tratta di un nucleo di fogli sciolti ma inseriti all’interno dei sei volumi miscellanei composti da Amato e per la cui redazione hanno occasionalmente collaborato i pittori Antonino Grano e Pietro Aquila. Affiancano questa serie grafica il noto volume dei Disegni di vari altari e cappelle … (Roma 1690-1691), con le sue pregiate tavole incise (schede 83-84), e alcuni significativi esemplari di provenienza internazionale che hanno registrato un successo editoriale anche in Sicilia. In particolare queste incisioni, per il linguaggio, per l’integrazione tra architettura e decorazione e, in generale, per l’unità delle arti che in esse risulta celebrata, sono diventate fonti di ispirazione per gli artisti citati, orientandone il gusto e l’operato verso direttrici comuni.
Original languageItalian
Title of host publicationSerpotta e il suo tempo
Pages286-291
Number of pages6
Publication statusPublished - 2017

Cite this