«[…] tanta potenza di critica e tanta solida dottrina archeologica»: Pietro Selvatico, Santo Varni e l’erudizione artistica agli albori dell’Unità d’Italia

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapter

Abstract

Il volume raccoglie una serie di contributi sulla personalità multiforme di Santo Varni (1807-85), fin qui conosciuto soprattutto come scultore, di cui vengono indagati i suoi molteplici altri interessi: dall’archeologia alla storia dell’arte, dal collezionismo al restauro. Le sue tante atti-vità lo hanno condotto a studiare, oltre che la sua città, Genova, il Basso Piemonte, Savona, la Lomellina, il Tigullio e la Versilia. A partire da un fondo archivistico di Santo Varni inedito e da alcune opere rintracciate per l’occasione, il volume ricostruisce gli studi e le scoperte ef-fettuate dallo scultore, ricollegandole ai materiali superstiti, oggi dispersi nei musei di tutto il mondo (da quelli genovesi ai Cloisters del Metropolitan, al Victoria & Albert, etc.) e restituendo siginificativi materiali oggi perduti.
Original languageItalian
Title of host publicationSanto Varni: conoscitore, erudito e artista tra Genova e l'Europa
Pages195-206
Number of pages12
Publication statusPublished - 2018

Cite this