Sviluppo di Tecnologie Innovative per il trattamento dei rifiuti liquidi della navigazione finalizzate alla Tutela dell’Ambiente Marino

Project: Research project

Project Details

Description

L’obiettivo generale del presente progetto è l’individuazione di soluzioni efficaci e verificabili per la gestione e il corretto trattamento dei rifiuti liquidi prodotti in attività di navigazione e la riduzione dell’impatto sull’ambiente marino che ne deriva. In particolare l’obiettivo generale, così individuato, si traduce nel raggiungimento di due obiettivi specifici che riguardano rispettivamente il trattamento a 1) bordo e 2) a terra di rifiuti liquidi (acque reflue da servizi, slops, bilge water) alcune delle quali presentano elevati valori di salinità.

Layman's description

Obiettivo principale del progetto di ricerca è di proporre un sistema di trattamento integrato includente fasi fisiche, chimiche e biologiche per la rimozione di contaminanti da rifiuti liquidi da attività di navigazione, incluse le acque di sentina e acque di lavaggio in particolare dei serbatoi delle petroliere, prodotti da attività di navigazione e trasporto marittimo. Oltre alla presenza dei composti refrattari, queste acque possono presentare livelli elevati di salinità (fino a 30.000 ppm) che obbligano allo smaltimento in mare con richiesta di elevata efficienza depurativa. La problematica connessa al trattamento della suddetta tipologia di rifiuti è particolarmente significativa nei porti della regione ed in particolare nei porti delle aree industriali di Augusta-Priolo e di Milazzo, nonché nei porti commerciali di Palermo, Messina e Catania. Questo obiettivo verrà perseguito attraverso impianti a scala banco e pilota con successivo sviluppo prototipale, la cui implementazione costituirà il risultato principale di ricerca industriale. L’attività di ricerca sarà indirizzata allo studio di diverse soluzioni di trattamento al fine di individuare lo(gli) schema(i) più idoneo(i) per la tipologia e i volumi di acque datrattareIn particolare lo schema di trattamento da investigare include una prima fase di disoleazione atta a separare la fase oleosa per un suo recupero per la produzione di combustibili liquidi e/o gassosi. Seguirà lo studio di differenti metodologie di trattamento delle acque recuperate al fine di individuare, sulla base della loro efficacia verso la riduzione del carico inquinante e sulla base di considerazioni di carattere tecnico-economico, la migliore soluzione tecnologica.I trattamenti oggetto di studio saranno:1.Un pretrattamento chimico fisico mediante coagulazione, sedimentazione/flottazione, trattamento di filtrazione/ultrafiltrazione e osmosi inversa con membrane sintetiche innovative in relazione alle caratteristiche delle emulsioni trattate, atto a ridurre il contenuto di idrocarburi e di metalli pesanti per co-precipitazione. Verrà verificata l’opportunità di sostituire la fase fisica di separazione con una filtrazione su sabbia. 2.Una serie di trattamenti chimico-fisici e catalitici tra loro integrati e/o complementari:i.trattamento con carboni attivi e/o materiali nano strutturati (argille composite) per la riduzione del contenuto in sostanze organiche xenobiotiche;ii.trattamento con carboni attivi modificati con l’inclusione di leganti a basso costo e a basso impatto ambientale per l’abbattimento di metalli pesanti;iii.trattamento con carboni attivi commerciali riattivati attraverso trattamento off-line di rigenerazione biologica con batteri appositamente acclimatati;iv.trattamento ossidante in presenza di aria con catalizzatore eterogenei, ad alta area superficiale, per l’abbattimento del carico organico in grado di operare a bassa temperatura e pressione; v.trattamento fotocatalitico eterogeneo e/o fotofenton per la mineralizzazione delle sostanze organiche presenti;vi.trattamento di ossidazione elettrochimica per la mineralizzazione delle sostanze organiche presenti;

Key findings

Sicurezza
StatusFinished
Effective start/end date7/1/126/30/15