STUDIO SULLA MORFOGENESI IN VITRO IN CITRUS ED IN ALTRE PIANTE ARBOREE MEDITERRANEE.

Project: Research project

Project Details

Description

Il progetto si pone come obiettivo lo studio della morfogenesi in vitro sia tramite organogenesi che tramite embriogenesi somatica, negli agrumi (Citrus spp.), ed in alcune piante arboree mediterranee allo scopo di fornire protocolli efficienti da utilizzare per la moltiplicazione clonale di cultivar e portinnesti sani (applicazioni vivaistiche), e per la conservazione in vitro del germoplasma.
I genotipi oggetto di studio nel presente progetto, saranno gli agrumi, ed eventualmente, anche altre piante arboree tipiche dell’ambiente mediterraneo per le quali vi sia un interesse non solo per le applicazioni vivaistiche, ma anche ai fini di predisporre strategie volte alla conservazione della biodiversità a rischio di erosione e che va tutelata.
Al fine di individuare protocolli efficienti di rigenerazione in vitro per i diversi genotipi considerati, si svolgeranno ricerche volte a studiare di volta in volta i diversi fattori che influenzano il successo o meno della coltura.
Poiché queste tecnologie sono genotipo-dipendenti, si svolgeranno studi per migliorare le conoscenze che consentano una migliore comprensione dei processi di morfogenesi in vitro e si valuteranno le risposte di diverse cultivar delle specie considerate e di diversi tipi di espianti (origine, età, pretrattamento). Si proverà la rigenerazione da foglie, da piccioli, da parti di fiori (quali le antere) e da semenzali (epicotili e cotiledoni).

Layman's description

Il presente programma di ricerca si pone come obiettivi, da raggiungere anche grazie alle collaborazioni esterne:
1) La messa a punto di protocolli efficienti di micropropagazione, tramite organogenesi ed embriogenesi somatica, finalizzata alla moltiplicazione rapida ed efficiente anche a livello vivaistico di cultivar e portinnesti sani degli agrumi ed anche di altre piante arboree mediterranee. I portainnesti, nel caso degli agrumi, dovranno essere alternativi all’arancio amaro e resistenti al virus della tristezza ed ai principali patogeni presenti nel nostro paese, con buona adattabilità agli ambienti agrumicoli italiani e con buona affinità di innesto con le cultivar di agrumi diffuse in ambito nazionale.
2) La valutazione della efficienza e della efficacia della coltura in vitro quale strumento per la propagazione rapida di materiale sano e di elevata qualità tramite la caratterizzazione dei rigeneranti effettuata con l’osservazione della ploidia mediante citofluorimetro, e della eventuale variabilità somaclonale tramite marcatori molecolari, in collaborazione con il C.R.A. di Acireale.
3) Studi sulla preparazione di semi sintetici utilizzando i propaguli vitro-derivati (embrioni cioè propaguli bipolari) e/o microtaleee (cioè propaguli unipolari) prodotti.

Il progetto si pone, infatti, come obiettivo lo studio della morfogenesi in vitro sia tramite organogenesi che tramite embriogenesi somatica, in alcuni genotipi di agrumi e di altre piante arboree mediterranee allo scopo di fornire protocolli efficienti da utilizzare per la moltiplicazione clonale di cultivar e portinnesti sani (applicazioni vivaistiche), ed eventualmente per la conservazione in vitro del germoplasma (possibile strategia per risolvere il problema dell’erosione della biodiversità).

Per quanto riguarda i genotipi che saranno oggetto di studio nel presente progetto, saranno specie di agrumi o di altre piante arboree tipiche dell’ambiente mediterraneo, coltivate non solo per l’utilizzo a scopo alimentare, ma anche per la bellezza della pianta (piante ornamentali) o per l’utilizzo farmaceutico e per le quali vi sia un interesse non solo per le applicazioni vivaistiche, ma anche ai fini di predisporre strategie volte alla conservazione della biodiversità.
Oltre ad effettuare la caratterizzazione dei rigeneranti attraverso l'analisi della ploidia mediante citofluorimetro e attraverso l'utilizzo di marcatori molecolari, sarà oggetto di studio la tecnologia dell'incapsulamento per la produzione di semi sintetici o semi artificiali, in grado di coniugare i vantaggi della micropropagazione con la facilità di manipolazione, la possibilità di stoccaggio e la semplificazione nel trasporto dei semi gamici.
In particolare, si studierà la conversione ex-vitro, in condizioni facilmente realizzabili dalle strutture vivaistice, al fine di rendere semplice e diffondere nelle stesse l'impiego di questo nuovo strumento biotecnologico.
StatusActive
Effective start/end date1/1/07 → …

Fingerprint

Explore the research topics touched on by this project. These labels are generated based on the underlying awards/grants. Together they form a unique fingerprint.