RAGIONAMENTO PRATICO, RAGIONAMENTO GIURIDICO E RAGIONE PUBBLICA. PROFILI FILOSOFICI E GIURIDICI

Project: Research project

Project Details

Description

Qual è la forma, o quali sono le possibili forme, del ragionamento pratico? E qual è la relazione fra il ragionamento giuridico - l’insieme delle tecniche argomentative, delle strutture unferenziali, delle strategie di costruzione delle norme giuridiche, sviluppatesi, nel corso dei secoli, nell’ambito della cultura giuridica - e il ragionamento pratico?Nella filosofia morale e nella teoria del diritto contemporanee, soprattutto di matrice anglosassone, questi interrogativi sono ampiamente dibattuti, con esiti incerti. L’obiettivo della ricerca è duplice: (1) affrontare i nuclei problematici appena indicati, al fine di costruire una teoria soddisfacente del campo del ragionamento pratico. considerato nella sua interezza (e, dunque, del rapporto fra ragionamento morale e forme diverse di ragionamento giuridico). (2) Coniugare questo ordine di indagini con il complesso delle elaborazioni filosofico-politiche contemporanee in tema di “ragione pubblica”. Per “ragione pubblica” si intende, grosso modo, il complesso di forme di ragionamento e argomentazione, e di principi normativi e assiologici, sui quali ci si può aspettare possano convergere visioni e concezioni del mondo, del bene e della giustizia, ragionevoli, ma diverse e confliggenti, in una società pluralistica e multiculturale. Il tema della ragione pubblica è stato anch’esso ampiamente discusso nella filosofia e nella teoria politica dell’ultimo decennio. La ricerca si propone di saldare questo complesso di indagini con l’analisi delle forme del ragionamento giuridico e del ragionamento pratico, e di rispondere, su queste basi, all’interrogativo circa la possibilità o meno di una ragione pubblica.

Layman's description

Qual è la forma, o quali sono le possibili forme, del ragionamento pratico? Il ragionamento morale, in particolare, può essere inteso come l’applicazione a casi individuali di regole generali? E qual è la relazione fra il ragionamento giuridico - l’insieme delle tecniche argomentative, delle strutture unferenziali, delle strategie di costruzione delle norme giuridiche, sviluppatesi, nel corso dei secoli, nell’ambito della cultura giuridica - e il ragionamento pratico? Il ragionamento giuridico è forse, come alcuni sostengono, nulla di più che un “caso particolare” (Sonderfall) del ragionamento morale? Oppure il ragionamento pratico supplementa e integra il ragionamento giuridico, in quei casi in cui quest’ultimo si mostra incapace - perché indeterminato, o sovradeterminato - di dare risposta a questioni giuridiche controverse? Nella filosofia morale e nella teoria del diritto contemporanee, soprattutto di matrice anglosassone, questi interrogativi sono ampiamente dibattuti. L’obiettivo della ricerca è duplice: (1) affrontare i nuclei problematici elencati, al fine di costruire una teoria soddisfacente del campo del ragionamento pratico. nella sua interezza (e, dunque, del rapporto fra ragionamento morale e forme diverse di ragionamento giuridico). (2) Coniugare questo ordine di indagini con le elaborazioni filosofico-politiche contemporanee (a partire da J. Rawls) in tema di “ragione pubblica”. Per “ragione pubblica” si intende, grosso modo, il complesso di forme di ragionamento e argomentazione, e di principi normativi e assiologici, sui quali ci si può aspettare possano convergere visioni e concezioni del mondo, del bene e della giustizia, ragionevoli, ma diverse e confliggenti, in una società pluralistica e multiculturale. Può una società liberale, caratterizzata dal fenomeno del pluralismo ragionevole delle concezioni etiche, religiose, filosofiche della giustizia e della vita buona, pervenire all’edificazione di un modo comune di ragionare, una ragione condivisa? O le società complesse contemporanee, pluralistiche e multiculturali, sono condannate al conflitto fra concezioni del bene e della giustizia reciprocamente incompatibili o incommensurabili?Il tema della ragione pubblica è stato anch’esso ampiamente discusso nella teoria politica dell’ultimo decennio. Sotto questo secondo aspetto, la ricerca si propone di saldare questo complesso di indagini con l’analisi delle forme del ragionamento giuridico e del ragionamento pratico, e di rispondere, su queste basi, all’interrogativo circa la possibilità o meno di una ragione pubblica. . A questi due aspetti della ricerca corrispondono due fasi dell'indagine, concettualmente (ma non cronologicamente) distinte. La prima sarà orientata verso la ricostruzione dei dibattiti contemporanei in materia di ragionamento pratico e ragionamento giuridico. La seconda verteràò sui nessi fra queste nozioni e concezioni alternative della ragione pubblica, con particolare riferimento ai diritti fondamentali.
StatusActive
Effective start/end date1/1/05 → …

Fingerprint

Explore the research topics touched on by this project. These labels are generated based on the underlying awards/grants. Together they form a unique fingerprint.