Progettare la città verde nell'era del cambiamento globale: funzioni degli alberi urbani e loro adattabilità nelle future condizioni climatiche (TreeCity).Planning the green city in the global change era: urban tree functions and suitability for predicted future climates (TreeCity).

Project: Research project

Project Details

Description

Nel corso degli ultimi anni, in Italia e nell'Unione Europea, è stato posto all'ordine del giorno il problema della creazione o rivitalizzazione di aree verdi in città. La carenza di verde è soprattutto sentita da chi abita all'interno del tessuto urbano dove, spesso, la massiccia edificazione di vaste aree è caratterizzata dalla totale soppressione della vegetazione e da una insufficiente programmazione di un verde ornamentale, sia pubblico che privato. In verità, tale questione, oggi, riguarda non solo le aree metropolitane, per le quali essa assume spesso dimensioni drammatiche, ma anche le aree peri-urbane dove uno sviluppo, non programmato e caotico, ha limitato le superfici a verde a favore di quelle cementificate. Causa del surriscaldamento dell'aria è imputabile anche all'aumento della concentrazione di CO2 atmosferica prodotta dalle attività antropogeniche: traffico veicolare, riscaldamento degli edifici, processi industriali. In linea generale, il controllo delle emissioni di CO2 può essere svolto, in parte, attraverso il fissaggio di C nella biomassa vegetale e, nei suoli, sotto forma di sostanza organica. L'immagazzinamento di CO2 nel suolo e nelle piante, in particolare in quelle perenni, è certamente uno degli aspetti su cui centrare l'attenzione, sia nelle procedure di stima sia nelle azioni destinate ad aumentare l'immagazzinamento e, quindi, a ridurre l'impatto ambientale di sistemi antropici urbani e peri-urbani. A tali processi, in genere, se ne associano altri in grado di aggravare la sofferenza e il decadimento dell'albero. Tra gli stress più citati in letteratura, quelli idrici, conseguenti a protratti periodi di siccità così come quelli e salini sembrano indurre le maggiori conseguenze, sotto tali aspetti.In particolare il raggiungimento degli obiettivi si prevede:- l'individuazione di specie arboree da impiegare in ambiente urbano mediterraneo, in grado di fissare elevate quantità di carbonio inorganico e con elevata capacità di adattamento a stress con attenzione alle performances estetico-ornamentali;- la valutazione della risposta fisiologica alle tecniche di pre-condizionamento (hardening) delle piante in vivaio, in modo da garantire un rapido adattamento e sviluppo alle condizioni, molto spesso sub-ottimali, delle aree adibite a verde urbano;- la valutazione dello stato di micorrizazione e delle comunità fungine endofitiche nelle piante oggetto di studio;- la valutazione degli effetti di stress idrici e salini in piante oggetto di studio sottoposte a pre-condizionamento (hardening) e delle eventuali interazioni tra micorrizazione, comunità fungine endofitiche e stato sanitario dell'ospite.

Layman's description

ObiettivoObiettivo principale della ricerca è lo studio del comportamento vegetativo di piante arboree in grado di adattarsi all'ambiente urbano e il loro ruolo in termini di miglioramento della qualità della vita. Si vogliono individuare modelli colturali urbani (progettuali e gestionali) in grado di ridurre la concentrazione di CO2 atmosferica e, al contempo, resistere a condizioni di stress abiotici tipiche degli ambienti cittadini.Metodologia- prove di stress idrico su piante arboree (hardening)- valutazione stato di micorrizazione naturale e colonizzazione endofitica (stress idrico)- produzione di piante arbustive, saggi di inoculazione artificiale con funghi micorrizici e valutazione delle- trasferimento in campo piante stressate e monitoraggio- prove di stress salino su piante arboree (hardening)- valutazione endofiti e stato di micorrizazione naturale (stress salino)- prove di stress salino e/o idrico su arbusti ottenuti da propagazione (+mico e - mico)- trasferimento in campo piante stressate (salinità) e monitoraggio

Key findings

Ambiente e cambiamento climatico
StatusFinished
Effective start/end date3/15/133/15/16