Modificazioni della struttura temporale della risposta comportamentale a stimoli ansiogeni nel roditore: ruolo dell’apprendimento e di sostanze psicoattive

Project: Research project

Project Details

Layman's description

Il presente programma prosegue la linea di ricerca intrapresa negli scorsi anni proponendosi di esplorare nel roditore (topo, ratto), attraverso analisi multivariata, il ruolo dell’apprendimento e di sostanze psicoattive sulla struttura temporale delle risposte comportamentali a stimoli ansiogeni
L’ansia è uno dei problemi più rilevanti del terzo millennio e, sia la sua genesi che terapie volte a moderarne le conseguenze sulla vita di relazione di chi ne è afflitto, sono state oggetto di numerosissimi studi provenienti sia dalla ricerca di base che clinica. Tuttavia, nessuno o pochissimo spazio è stato fin ora dato nella ricerca di base, all’analisi della struttura temporale della risposta comportamentale a stimoli ansiogeni generati da variabili ambientali di vario genere. Inoltre, poco si sa sulle influenze dell’apprendimento sulla struttura della stessa risposta.
L’obiettivo della ricerca sarà di indagare tramite l’impiego di uno specifico software (THEME) la struttura temporale (t-pattern analysis o analisi dei pattern temporali) della risposta comportamentale a stimoli ansiogeni analizzata in vari tipi di test quali l’Elevated Plus Maze o l’Hole-Board. Tale ricerca sarà approfondita e validata dall’analisi degli effetti di sostanze psicoattive (per es. benzodiazepine) somministrate per via generale. Lo studio sarà completato analizzando se, ed eventualmente come, la somministrazione ripetuta del test in giorni diversi modifichi le relazioni temporali presenti tra gli elementi comportamentali costituenti la risposta. All’approccio multivariato sarà affiancato quello descrittivo rappresentato dalla analisi di frequenze, durate, latenze dei fenomeni comportamentali osservati.
StatusActive
Effective start/end date1/1/12 → …

Fingerprint

Explore the research topics touched on by this project. These labels are generated based on the underlying awards/grants. Together they form a unique fingerprint.