LE TRE MAFIE: INTRECCI, IBIRIDAZIONI CULTURALI E RELAZIONI DI POTERE TRA COSA NOSTRA, ‘NDRANGHETA E CAMORRA.

Project: Research project

Project Details

Description

La ricerca, attraverso un osservatorio pluridisciplinare fondato su contributi provenienti dall'area delle scienze socio-antropologiche, politologiche e giuridiche, si propone di verificare se e come i mutamenti imposti dalla globalizzazione dei mercati, dall'introduzione di nuove rotte e di nuovi canali nel traffico della droga, dalla diffusione della finanza illecita e dall'introduzione di nuove merci di illecito scambio, abbiano modificato anche la rete criminale, il sostrato culturale da cui trae alimento, il network imprenditoriale fra le tre grandi e storiche organizzazioni mafiose del Mezzogiorno - Cosa Nostra, Camorra e 'Ndrangheta.Se, cioè, cambiato il contesto operativo e le sue modalità, sia cambiata la struttura relazionale tra le organizzazioni, i modelli culturali di riferimento, siano mutate le tipologie di scambio criminale, le connivenze, gli interessi, le tecniche e gli obiettivi che peroltre mezzo secolo, subito dopo il secondo conflitto mondiale, hanno suggellato un patto di scambio criminale, un potente e illecitoconsorzio di affari e delitti.L'ipotesi di partenza è che a) il rapporto fra le tre grandi organizzazioni criminali sia mutato nel tempo, conservando una sua sostanziale continuità,risentendo di alcuni elementi/variabili di tipo macro e microsociologico, nonché di fattori connessi alla dimensione politica elegislativa del nostro Paese;b) le tre organizzazioni abbiano riprodotto ed esportato il loro network criminale e culturale, strutturandolo in altre regionidell'Italia e delocalizzandolo anche all'estero, imponendo canoni operativi analoghi a quelli seguiti nei territori del Mezzogiorno eadattandosi, in maniera vincente e efficace alle sfide della globalizzazione.L'obiettivo della ricerca è anche quello di verificare e comprendere se, parallelamente a questi processi di mutazione delle retirelazionali fra le tre grandi mafie del Mezzogiorno, siano intervenuti anche processi di interazione con altre associazioni malavitosepresenti sul mercato criminale, operanti a cavallo tra il lecito e l'illecito, o piuttosto siano intervenute interazioni con soggetti attiviesclusivamente nel settore legale, con l'obiettivo di controllare le fasi terminali di grandi operazioni di riciclaggio. Ci riferiamo inparticolare al nesso tra criminalità economica e criminalità organizzata, che vede una sempre più pressante presenza nel mercatodel crimine dei cosiddetti colletti bianchi. La stretta interconnessione dei mercati finanziari, comporta, infatti la necessità didisporre, localmente, di basi di appoggio territorialmente radicate; così, le organizzazioni criminali mafiose - forti di untradizionale controllo del territorio - costituiscono soggetti assolutamente appetibili per chi, pur formalmente fuori dalle medesimeorganizzazioni criminali, desideri intraprendere "senza eccessivi rischi" speculazioni economiche sullo scacchiere internazionaleall'interno di mercati al confine della legalitàI risultati di questo lavoro di verifica, che scaturiranno da un'analisi stratificata e in profondità, potrebbero rivelare elementi utili acomprendere i processi di trasformazione interna dei grandi consorzi criminali, ma anche le eventuali modalità di omologazione esaldatura con elementi omogenei ed eterogenei, esterni ad essi.Riflettendo sui dati e le indicazioni che emergeranno dalla prima fase dell'indagine - dedicata alla ricostruzione storica ecomparatistica del fenomeno criminale-relazionale - e utilizzando documenti, dati statistici e testimonianze, si tenterà di individuarenello studio dello spazio della quotidianità, nelle stor

Layman's description

Un'autorevole bibliografia scientifica (Albanese 1999; Armao 2000, Lupo 1996; Ruggiero 1996, 1999; Sciarrone 1998) che prende le mosse dall'esito di una gran mole di inchieste giudiziarie e dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, delinea ilquadro composito delle presenze criminali di matrice mafiosa, territorialmente strutturate nel Mezzogiorno del nostro Paese.I gruppi che operano con uno storico radicamento in questa parte di territorio, si caratterizzano per la presenza di un nucleo dipersone legate da vincoli omertosi di solidarietà criminale, spesso cementati da rapporti di parentela o affinità, a cui si affianca unabase più ampia di soggetti con funzioni esecutive e di supporto, che assicurano il loro apporto alla realizzazione degli obiettivicriminali. Una fitta rete di collegamenti nel mondo dell'economia, della politica e delle istituzioni assicurano, infine, ilfunzionamento di quello che è stato definito un perfetto network mafioso (Allum/Siebert 2003; Nelken 1998; Sciarrone 2002; Sterling1990, 1994; Williams 1998).I tre principali gruppi operanti in questa vasta area del nostro Paese (Cosa Nostra, Camorra e Ndrangheta) hanno spessoincrociato le loro attività e le loro sorti, pur mantenendo integre nel tempo alcune peculiarità comportamentali, culturali eorganizzative che possedevano in origine, al punto da sospingere i ricercatori e gli studiosi a indagare sul rapporto che ne hacementato l'alleanza, per verificare quanto essa abbia prodotto in termini di omologazione, di scambio osmotico o, al contrario, diresistenza e conservazione.
StatusFinished
Effective start/end date2/9/072/9/08