Il controllo genetico delle Encefalopatie Spongiformi Trasmissibili (Scrapie) negli ovini da latte

Project: Research project

Project Details

Description

Il programma di ricerca prevede la genotipizzazione di tutti i soggetti presenti in 10 allevamenti di ovini di razza Valle del Belice al fine di stimare le frequenze geniche e genotipiche al locus PrP. L'obiettivo principiale è la messa a punto di un sistema di accoppiamenti programmati che puntino alla eliminazione dalla popolazione di ovini di razza Valle del Belice l'allele suscettibile VRQ la riduzione della frequenza dell'allele ARQ e la creazione di allevamenti di soggetti con genotipo omozigote rispetto all'allele ARR che ha evidenziato di essere tra i cinque allelli responabili della suscettibilità genetica a tale patologia quello con la maggiore resistenza. Il progetto inoltre si prefigge di studiare le correlazioni genetiche e fenotipiche tra il genotipo al locus PrP e la produzione di quanti-qualitativa del latte.

Layman's description

L'obiettivo del progetto di ricerca è lo studio delle frequenze geniche e genotipiche al locus Prp responsabile della suscettibilità alla scrapie, patologia appartenente al gruppo delle Encefalopatie Spongiformi Trasmissibili, nella specie ovina. Tale studio è propedeutico alla messa a punto di uno schema di utilizzazione dei riproduttori di sesso maschile allo scopo di costituire allevamenti iscritti al Libro Genealogico con animali che siano omozigoti dominanti al locu PrP. Di rilevante importanza ai fini pratici è l'obiettivo che il progetto si propone di studiare le relazioni tra il genotipo al locus PrP e la produzione quanti-qualitativa del latte. Infatti l'ipotesi di una selezione in favore di animali resistenti, e quindi con genotipo ARR,ARR, deve potersi conciliare con la selezione e miglioramento genetico per l'incremento quanti-qualitativo della produzione di latte. Infatti una eventuale correlazione positiva tra genotipo al locus PrP e produzione di latte implicherebbe che maggiore è la succettibilità alla scrapie e maggiore è la capacità produttiva. In tal caso occorrerà mettere a punto schemi di selezione idonei che massimizzano la produzione di latte e che al tempo stesso non deprimono la resistenza alla scrapie.
Il progetto per il miglioramento alla suscettibilità alla scrapie avrà i seguenti obiettivi: 1) Sviluppo di una metodologia per la ricostruzione e verifica del pedigree, che come è già stato sottolineato consente una migliore e più efficiente utilizzazione delle informazioni disponibili in quanto semplifica il processo di genotipizzazione delle pecore per il gene PrP, contribuisce al contenimento dell’accumulo di consanguineità e quindi al mantenimento della variabilità genetica, ed è di cruciale importanza per ottenere una efficiente selezione sui caratteri produttivi e sanitari presi in esame; 2 ) verifica della genotipizzazione al locus PrP che come si può ben comprendere è importante per assicurare una effettiva ed efficiente selezione contro gli alleli PrP suscettibili; 3) sviluppo di procedure di aggiustamento dello schema di selezione e di utilizzazione dei riproduttori resistenti per ottimizzare i risultati ottenibili in pieno campo.
Gli schemi di selezione a struttura piramidale, nei piccoli ruminanti, sono costituiti da un numero relativamente piccolo di allevamenti che costituiscono il nucleo o vertice della piramide un maggior numero di allevamenti che costituiscono la fascia di moltiplicazione in cui il progresso genetico prodotto ne nucleo viene amplifica e un, decisamente maggiore, di allevamenti che costituiscono la fascia commerciale che usufruisce del progresso genetico prodotto nel nucleo e riprodotto nella seconda fascia. Una struttura di tale tipo consente di operare su un numero relativamente piccolo di allevamenti, quelli del nucleo) ma al tempo stesso di diffondere il progresso raggiunto in questi su una popolazione ben più vasta e con un ritardo espresso in termini di intervallo generazionale di circa 2,5 anni. L’obiettivo del progetto pertanto può essere raggiunto operando su un nucleo composto da 20 allevamenti per un complessivo numero di 2400 pecore le quali devono essere genotipizzare per: 1) il locus PrP; 2) un numero variabile di marcatori microsatelliti localizzati sui due lati del locus PrP sul cromosoma 13 e 3) un numero di marcatori microsatelliti da definire su altri cromosomi da definire. In funzione del grado di parentela tra i riproduttori maschi e del livello di accuratezza richiesto sarà necessario genotipizzare ciascun individuo per un numero di marcatori microsatelliti compreso tra 7 e 12 per definire ed accertare le parentele. Marcatori SNP possono essere aggiunti in fase d’opera durante il progetto per ottenere più strettamente associati al locus PrP. Successivamente le stesse metodologie possono essere applicate per la ricostruzione del pedigree di nuclei di ovini di altre razze.
StatusActive
Effective start/end date1/1/05 → …

Fingerprint

Explore the research topics touched on by this project. These labels are generated based on the underlying awards/grants. Together they form a unique fingerprint.