I fattori e le determinanti della vulnerabilità sociale: un'analisi longitudinale

Project: Research project

Project Details

Description

Il progetto di ricerca si propone di studiare gli aspetti di criticità che possono predisporre gli individui alla situazione di povertà ed esclusione sociale, ovvero quelle caratteritiche che concorrono a definire la vulnerabilità sociale.
La vulnerabilità sociale è la condizione di esposizione al rischio di esclusione sociale dovuto all’inadeguatezza dei mezzi disponibili alle persone, in particolare: reddito basso, istruzione limitata, debole posizione lavorativa, alta dipendenza dal supporto pubblico unita a particolari caratteristiche demografiche. La vulnerabilità non descrive quindi gli stadi finali ed estremi del disagio ma si riferisce a situazioni intermedie, caratterizzate da minore visibilità e di conseguenza da un minore allarme sociale.
Obiettivo principale della ricerca è determinare le variabili che concorrono a spiegare lo stato di vulnerabilità sociale e la permanenza in esso.
Le metodologie statistiche adoperate sono quelle per la costruzione e l’analisi delle matrici di transizione e per la elaborazione di indici di vulnerabilità transitoria e permanente. In un'ottica longitudinale verranno formulati e stimati modelli di durata, in cui la durata della permanenza nello stato verrà messa in relazione con i fattori determinanti la condizione di vulnerabilità sociale. A questi modelli vengono affiancati modelli derivanti dall'approccio di event history analysis per tenere conto, a livello individuale e di coorte, della storia biografica e del percorso di vita delle generazione.

Layman's description

Il progetto di ricerca si propone di studiare gli aspetti di criticità che possono predisporre gli individui alla situazione di povertà o di esclusione sociale, ovvero quelle caratteritiche che concorrono a definire la vulnerabilità sociale.
Avvenimenti inattesi o comunque in grado di alterare la continuità precedente (come la perdita del lavoro, l’organizzazione di un matrimonio in famiglia, la nascita di un figlio, ...) costituiscono spesso per le famiglie un momento critico che le precipita sotto la soglia di povertà. La povertà prolungata predispone poi a situazioni di esclusione sociale: i soggetti si ritrovano velocemente ai margini dell’ambiente sociale in cui vivevano e sperimentano periodi sempre più lunghi di povertà senza essere in grado di uscirne.
Lo studio della vulnerabilità e dell’esclusione sociale mettono in primo piano l’esigenza di adottare un’osservazione longitudinale che consenta di collocare gli eventi nel tempo individuale (biografico), storico e sociale e di modellare la durata di permanenza nello stato in funzione di variabili demografiche, sociali ed economiche.
L'analisi dei corsi di vita, che ha numerosi ambiti di applicazione nel campo delle scienze sociali, risulta adatta allo studio dell’entrata e uscita da stato di povertà, di esclusione o di vulnerabilità. Il ricorso a modelli event history consente infatti di poter mettere in relazione in modo dinamico il comportamento individuale (evento biografico) con la storia di vita precedente (compreso il contesto in cui la persona è vissuta, la rete di relazioni che ha intrecciato, ecc.). La sperimentazione di un evento in una biografia individuale corrisponde ad un cambiamento qualitativo, ovvero equivale ad un passaggio di status (ossia al passaggio da una situazione di esclusione ad una di marginalità e viceversa, oppure da una condizione di inclusione sociale ad una di marginalità).
L’obiettivo conoscitivo di questa ricerca è mettere in risalto le variabili che costituiscono le dimensioni della vulnerabilità e dell’esclusione sociale, la prima dimensione dinamica mentre la seconda generalmente statica. La stima di modelli di durata e un approccio event history consentirà inoltre di graduare l'importanza relativa delle variabili che contribuiscono a spiegare la vulnerabilità sociale.

L’obiettivo generale della ricerca è l’individuazione delle tipologie di comportamenti individuali e di eventi che aumentano, o diminuiscono, il rischio di vulnerabilità sociale o, nei casi più estremi, di povertà cronica ed esclusione sociale. La descrizione delle condizioni e del processo di vulnerabilità sociale e l’analisi delle sue determinanti trovano come unità di riferimento naturale la biografia individuale.
Gli individui sono le unità elementari costituenti la struttura sociale e gli eventi che producono mutamenti nelle biografie dei singoli (licenziamento-assunzione, matrimonio-divorzio, malattia, nascita di un figlio, trasferimenti in altre città,…) costituiscono gli elementi fondamentali della dinamica sociale. Lo studio della vulnerabilità sociale e della sua sclerotizzazione in esclusione sociale e povertà cronica sarà fatto nell'ottica sia trasversale sia longitudinale e comunque a livello micro, sfruttando le informazioni raccolte dallo ECHP (Panel Europeo delle famiglie).
In un’ottica di statica comparata si osserverà la transizione tra lo stato di povertà e quello prossimo di vulnerabilità sociale e i passaggi attraverso la linea di povertà cui sono spesso soggetti gli individui socialmente vulnerabili.
Le metodologie statistiche adoperate sono dunque quelle per la costruzione e l’analisi delle matrici di transizione e per la elaborazione di indici di vulnerabilità transitoria e permanente.
In un'ottica longitudinale verranno formulati e stimati modelli di durata, in cui la durata della permanenza nello stato verrà messa in relazione
StatusActive
Effective start/end date1/1/05 → …

Fingerprint

Explore the research topics touched on by this project. These labels are generated based on the underlying awards/grants. Together they form a unique fingerprint.